Ladri scatenati: finanziere libero dal servizio scopre borseggiatore in azione

In totale gli uomini dell'Arma hanno controllato, con posti di controllo molto visibili e con finalità preventive, oltre 70 mezzi e identificato 40 persone

I rubinetti rubati dal 37enne arrestato

E' di quattro arresti e tre denunce il bilancio dei servizi di controlli del territorio svolti dai Carabinieri del comando provinciale di Rimini. Un 51enne di Bellaria, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai Carabinieri di Miramare per aver rubato una borsa in un ristorante. A chiedere l'intervento degli uomini dell'Arma è stato un maresciallo della Guardia di Finanza del reparto Navale di Rimini, libero dal servizio, che ha sorpreso l'individuo mentre metteva a segno il furto.

Il balordo a quel punto ha cercato di scappare, tirando fuori un coltello. Ma il finanziere non si è arreso e, afferrata una sedia in un vicino bar, lo ha tenuto a bada fino all’immobilizzazione definitiva operata dai Carabinieri che nel frattempo si erano precipitati sul posto. Dentro la borsa, appartenente ad una turista, vi erano un telefonino e contanti.

Sempre i militari di Miramare hanno arrestato un 55enne di Asti, fermato dopo aver messo a segno un furto di gioielli e telefono cellulare da una camera di un albergo in Viale Regina Elena. L’uomo era riuscito ad impossessarsi di alcune chiavi nella reception approfittando di un attimo di distrazione del portiere, ma alcuni ospiti lo hanno notato con la refurtiva in mano ed hanno chiamato i Carabinieri che, giunti tempestivamente sul posto lo hanno bloccato. La refurtiva è stata subito restituita al legittimo proprietario.

I Carabinieri di Viserba, a seguito di un controllo sul Lungomare, hanno rintracciato ed arrestato un 37enne cagliaritano, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Rimini. L’uomo si era reso responsabile di un ingente furto di materiale idraulico avvenuto lo scorso maggio in 10 stabilimenti balneari. Un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile ha tratto in arresto un rumeno di 41 anni, poiché, al termine degli accertamenti effettuati attraverso la banca dati, è risultato colpito da un ordine di carcerazione dovendo scontare un anno e cinque mesi di reclusione per usura ed estorsione commesse a Torino nel 2007.

Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno inoltre denunciato in stato di libertà un torinese con precedenti per aver rubato un'intera cassa di birra dal magazzino di un supermercato. All’esterno però il malvivente ha trovato i militari pronti ad accoglierlo. Nel complesso, sono state denunciate anche 2 prostitute rumene per inosservanza del “foglio di via obbligatorio”. In totale sono stati controllati oltre 70 mezzi e identificato 40 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento