Tre ladri catturati in mezz'ora dai Carabinieri

Tre ladri arrestati dai Carabinieri nella giornata di martedì in mezz'ora. I militari della stazione di via Flaminia hanno arrestato un francese di 27 anni, residente a Rimini

Tre ladri arrestati dai Carabinieri nella giornata di martedì in mezz’ora. I militari della stazione di via Flaminia hanno arrestato un francese di 27 anni, residente a Rimini, poiché deve scontare tre anni e quattro mesi di reclusione, nonché 1500 euro di multa, per una serie di furti commessi tra il 3 dicembre del 2008 e il 6 febbraio del 2009 a Casalmaggiore (Cremona), San Cesario sul Panaro, Formigine (Modena) ed Alessandria. Ora è in carcere al ‘Casetti’.

FURTO NELL'AUTOBUS - Quasi contemporaneamente è stato arrestato un 62enne di Taranto, ma residente a Bologna, con precedenti di polizia, con l’accusa di furto aggravato. Nel corso di un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dei borseggi sui bus, i militari, saliti a bordo dell’autobus 11 lungo il tragitto che collega Rivazzurra alla stazione ferroviaria, hanno sorpreso in flagrante il pugliese mentre portava via dalla tasca posteriore dei pantaloni un turista 68enne di Cesano Maderno (Milano), il portafogli contente documenti personali e 100 euro. La refurtiva, completamente recuperata, è stata restituita al legittimo proprietario.

LADRI IN AZIONE IN SPIAGGIA - Dopo circa mezz’ora, invece, i militari dell’Aliquota Radiomobile di Riccione hanno arrestato un 27enne di Seregno (Monza), già noto alle forze dell’ordine, per furto aggravato. A seguito di una richiesta al “112”, i Carabinieri sono intervenuti in piazzale Aldo Moro dove, all’altezza dello stabilimento balneare 125, due giovani, dopo essersi avvicinati ad un ombrellone, hanno rubato un orologio del valore di 200 euro, dileguandosi lungo la battigia, seguiti a breve distanza dal titolare dello stabilimento.

I militari sono riusciti a bloccare solo il 27enne di Seregno che, durante la fuga, si era disfatto dell’orologio, mentre il complice ha fatto perdere le proprie tracce tra i numerosi bagnanti presenti sulla spiaggia. Tuttavia dopo alcune ricerche hanno individuato l’appartamento occupato dai due giovani, rintracciando il complice. Si tratta di un operaio di 31 anni, denunciato in stato di libertà. Recuperato e restituito al proprietario l’orologio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento