menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La prostituta li ospita e loro di risposta la derubano e minacciano

A seguito di ulteriori accertamenti emergeva inoltre che i due rumeni erano intenzionati a diventare i “protettori” della donna, che esercita l’attività di prostituta

Alle ore 16 di mercoledì a Riccione, i carabinieri della locale Stazione provvedevano a dichiarare, in stato di fermo, due ventenni rumeni, già conosciuti alle forze dell'ordine, perché responsabili di furto aggravato, percosse e lesioni nei confronti di una loro connazionale, prostituta.

In particolare, quest’ultima aveva ospitato i due ragazzi per alcuni giorni presso la propria abitazione ma i due rumeni, prima di andarsene, si impossessavano delle chiavi della porta d’ingresso per poi utilizzarle, nei giorni successivi, per perpetrare ripetuti furti all’interno. La donna, insospettita dal fatto che non vi fossero segni di effrazione, li contattava richiedendo la restituzione del maltolto, ma riceveva, come risposta, due aggressioni violente, di cui una con una mazza da baseball.

I militari, dopo aver raccolto convergenti evidenze investigative, rintracciavano i due rumeni e li traevano in arresto. A seguito di ulteriori accertamenti emergeva inoltre che i due rumeni erano intenzionati a diventare i “protettori” della donna, che esercita l’attività di prostituta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento