rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Riccione

La gestione degli impianti sportivi è onerosa. Riccione Civica: "Va costituito il distretto dello sport"

Secondo Riccione Civica: "La spesa dovrà essere prevista e inserita nel piano triennale degli investimenti, per almeno 1,5 milioni di euro l’anno per almeno 3 anni"

Le condizioni per costituire un vero e proprio distretto dello sport, secondo Riccione Civica, ci sono tutte. Riflessioni aperte per la gestione degli impianti sportivi. A spiegare la posizione per Riccione Civica è Elia Campagna. "È sufficiente mettere in rete la gestione di ognuno degli impianti disponibili, che sono davvero numerosi - scrive in una nota -. Infatti, gli sport praticabili sono, in ordine alfabetico: atletica, baseball; basket; beach tennis; bocce; calcio e calcetto; ciclismo; centro nautico; go kart; modellismo per road race; palestre varie; piscina olimpica all’aperto e coperta; pugilato; softball; squash; tennis; pattinaggio; vela".

Molti di questi sport si svolgono in strutture prevalentemente pubbliche, e portano centinaia di migliaia di presenze turistiche, fuori stagione balneare. Inoltre sono un servizio e una risorsa fondamentale per i residenti, tra cui in particolare i giovani, che devono recuperare la propria attività motoria, persa o ridotta sia per l’utilizzo a volte esagerato dei dispostivi elettronici, sia per il prolungato stato di lockdown. "Per implementare la propria attività, questi impianti hanno però urgenti necessità di manutenzioni ordinarie e straordinarie - spiega Riccione Civica -. La spesa dovrà essere prevista e inserita nel piano triennale degli investimenti, per almeno 1,5 milioni di euro l’anno per almeno 3 anni. Fondi necessari sia per le manutenzioni, sia per trasformare il centro Nicoletti, la piscina, il play hall, il tennis, lo squash e il bocciodromo in un unicum (con i benefici che, anche a fini relazionali istituzionali con le Federazioni Nazionali, porterebbero), che saranno recuperati in parte dall’imposta di soggiorno. Ma senza tralasciare le ingenti risorse intercettabili dai bandi regionali, statali ed europei, fonti per le quali l’uscente amministrazione non ha mai mostrato particolare interesse, perdendo occasioni molto interessanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La gestione degli impianti sportivi è onerosa. Riccione Civica: "Va costituito il distretto dello sport"

RiminiToday è in caricamento