rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Gestione rifiuti: aumenta la raccolta differenziata e diminuisce la quantità pro capite

Rimini città virtuosa secondo il rapporto 2018 elaborato dalla Regione Emilia Romagna e da ARPAE

E’ un quadro molto positivo quello che emerge dal rapporto 2018 sulla gestione dei rifiuti, elaborato dalla Regione Emilia Romagna e da ARPAE Emilia Romagna. Un trend positivo che si evidenzia confrontando il 2017 con gli anni precedenti, soprattutto in riferimento a due aspetti fondamentali: il calo della produzione totale dei rifiuti urbani in Regione, che ha segnato una riduzione del 2,5% rispetto al 2016; e l’aumento della raccolta differenziata, che per la prima volta ha toccato quota 64,3%, con un incremento di 2,5 punti percentuali. rispetto al 61,8% dell’anno precedente. Stiamo parlando di circa 1 milione e 861 mila tonnellate di rifiuti raccolti in tutta la ragione, pari a 417 chilogrammi per abitante. Un generale  miglioramento, che negli ultimi quindici anni ha anche visto piu’ che raddoppiare il dato della raccolta separata di carta, vetro, alluminio, umido, che nel 2002 era ferma al  28%.

Un quadro positivo che emerge anche dai numeri riguardanti la provincia di Rimini che, nonostante gli elevati flussi turistici, conferma un impegno costante verso la direzione e gli obiettivi fissati dall’economia circolare. La volontà costante di miglioramento nella direzione della sostenibilità ambientale,  sia per l’aumento della raccolta differenziata sia per la diminuzione della produzione pro capite dei rifiuti urbani. Sono infatti 1.860.888 tonnellate i rifiuti urbani, raccolti in totale nella provincia di Rimini  nel 2017, corrispondenti ad una raccolta pro capite di 417 kg per abitante. Si conferma la crescita della raccolta differenziata, pari al 63,5% nel 2017 in provincia di Rimini, in linea con quella registrata in regione (64,3%).  Un aumento di 2,5 punti percentuali rispetto al 2016 ed in continua crescita nell’ultimo decennio.

Una tendenza virtuosa che, anche nella riduzione di rifiuti urbani e assimilati pro capite, conferma un impegno costante dei comuni della provincia riminese.  Sono 728 infatti i kg di rifiuti urbani pro capite, che rappresentano un calo importante di 2,3 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Un dato che, considerando anche le presenze turistiche del nostro territorio, scende ulteriormente a 645 kg per abitante, al di sotto  della media regionale  che è di 2.6 punti percentuali.  “Ottimi i risultati raggiunti anche considerando solo il territorio comunale - sottolinea Anna Montini  Ass.re all’ambiente - anche l’ultimo dato sulla raccolta differenziata, che nel mese di novembre 2018  ha superato il 71%, ci dovrebbe consentire di raggiungere, senza problemi, il target del 70% di rifiuti raccolti in maniera differenziata per il 2020”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione rifiuti: aumenta la raccolta differenziata e diminuisce la quantità pro capite

RiminiToday è in caricamento