rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Gestivano hotel in Riviera con estorsioni e minacce malavitose: maxi operazione della Guardia di Finanza

Eseguite 8 misure cautelari per i reati di estorsione, detenzione e porto illegale di armi e intestazione fittizia di beni, messe sotto sequestro 6 società

E' scattata all'alba di giovedì l'operazione Popilia della Guardia di Finanza di Rimini che, coi colleghi di Cosenza e Taranto, hanno scardinato un sodalizio della criminalità che si era infiltrata nel tessuto economico della Riviera con la gestione di 5 hotel, un chiringuito e una società operante nel settore degli allestimenti fieristici. Il blitz, che ha visto operare oltre 50 militari delle Fiamme Gialle coordinati e diretti dalla Procura della Repubblica di Rimini, è scattato nelle provincie di Rimini, Forlì-Cesena e Siena ed ha portato all'esecuzione di 8 misure cautelari nei confronti di un gruppo di calabresi quasi tutti già noti alle forze dell'ordine per i reati di estorsione, detenzione e porto illegale di armi e intestazione fittizia di beni e il sequestro delle quote sociali e dei beni aziendali di 6 società. Sono state eseguite 20 perquisizioni domiciliari. Secondo quanto emerso il reato di estorsione aggravata era nato dalle minacce fatte con una pistola calibro 7,65 accreditandosi con la vittima come appartenenti alla ‘ndrangheta.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestivano hotel in Riviera con estorsioni e minacce malavitose: maxi operazione della Guardia di Finanza

RiminiToday è in caricamento