rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Gestori dell'energia, Federconsumatori: "Attenzione alle truffe e diffidare dei contratti telefonici"

Una vera e propria giungla nella quale per gli utenti "non è facile districarsi e che in questa fase vede molte persone spostarsi da un gestore all’altro nella speranza di risparmiare"

Federconsumatori di Rimini stila un vademecum in considerazione del caro bolletta. In questo momento di difficoltà, sul fronte bollette si inserisce il mondo dei gestori dell’energia: 700 operatori del mercato libero che operano nel nostro paese. "Operatori dell’energia che complice le difficoltà delle famiglie e imprese cercano di contendersi e appropriarsi con offerte vere o presunte il grande mercato dell’energia. Una vera e propria giungla nella quale per gli utenti non è facile districarsi e che in questa fase  vede molte persone, famiglie ed imprese  spostarsi da un gestore all’altro con la speranza di risparmiare. Un fenomeno in crescita anche nel nostro territorio", spiega Federconsumatori.

Districarsi nel mercato libero

La fine definitiva del mercato tutelato dell’energia è in programma per il 2024, I clienti che ancora non hanno scelto il mercato libero potranno rimanere sul mercato tutelato fino a quando saranno completate le gare che assegneranno il servizio a tutele graduali per chi non avrà scelto un’offerta sul mercato libero. Secondo gli ultimi dati di Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) sempre più famiglie scelgono di passare al mercato libero allettati dalle offerte dei Gestori. "Ma sono sempre offerte vantaggiose ? sappiamo come scegliere consapevolmente un’offerta?", sono le domande di Federconsumatori

I consigli di Federconsumatori

Alla luce di questa pesante situazione Federconsumatori Rimini vuole indicare alcuni consigli che possono aiutare i cittadini del nostro territorio ad orientarsi.

Valutare spesa annua: è importante non limitarsi a valutare il prezzo dell’energia così come pubblicizzato dalle aziende, sarà opportuno scegliere i preventivi su base annua, sopratutto considerando che esistono offerte a prezzo variabile (per esempio con il prezzo della componente energia indicizzato ala mercato, all’ingrosso  che potrebbe variare  rispetto al momento in cui si effettua la scelta.

Comparare le offerte: districarsi tra le offerte di oltre 700 operatori del mercato libero non è semplice. Ecco perché Arera  mette a disposizione dei consumatori il Portale Offerte, il sito pubblico di comparazione dove i clienti domestici, famiglie e piccole imprese possono confrontare e scegliere in modo immediato, chiaro e gratuito le offerte di elettricità e gas naturale.

Conoscere la propria bolletta: indispensabile, per scegliere consapevolmente, è conoscere la propria bolletta. I consumi fatturati nelle diverse fasce orarie, l’andamento negli ultimi 12 mesi, i costi accessori. Arera mette a disposizione degli utenti il Porta Consumi dove è possibile accedere ai dati relativi alle forniture di energia elettrica e di gas naturale di cui questi sono titolari, compresi i propri dati di consumo  storici e le principali informazioni tecniche e contrattuali.

Essere attenti alle truffe. Per evitare di subire raggiri quando si cambia gestore è importante sapere che: non esistono penali per chi decide di cambiare fornitore, non ci sono interruzioni di energia al momento del passaggio al nuovo fornitore non bisogna sostituire alcun contatore ne effettuare modifiche di alcun tipo agli impianti

Diffidare dei contratti telefonici: con l’avvicinarsi del passaggio al mercato libero, sono molteplici i tentativi di proporre offerte in modo aggressivo e poco trasparente, per lo più attraverso contatti telefonici. E' sempre opportuno farsi inviare la documentazione per poterla consultare con attenzione prima di aderire all’offerta.

Esercitare il diritto di ripensamento: se è stato sottoscritto un contratto a distanza è possibile esercitare il diritto di ripensamento. Infatti entro 14 giorni dall’accettazione della proposta, è possibile comunicare al nuovo fornitore la volontà di interrompere la procedura di sottoscrizione: in questo caso è come se il contratto non fosse mai stato sottoscritto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestori dell'energia, Federconsumatori: "Attenzione alle truffe e diffidare dei contratti telefonici"

RiminiToday è in caricamento