Gianluca Vergine nominato Primario di “Pediatria” dell’Ospedale “Infermi” di Rimini

In precedenza aveva lavorato presso l’Ospedale Pediatrico “Bambin Gesù” di Roma nel reparto di Nefrologia Pediatrica dove si è occupato in particolare dei bambini con patologie renali

A seguito di procedura di selezione pubblica il dottor Gianluca Vergine è stato nominato Direttore dell’Unità Operativa di “Pediatria” dell’Ospedale “Infermi” di Rimini, incarico che ricopre dal 7 novembre scorso. Il professionista era già in servizio presso la medesima unità operativa seguendo i pazienti del reparto di degenza di Pediatria ed oncologia pediatrica, del Day Hospital oncoematologico e dell’Ambulatorio di Urgenze Pediatriche; ha tra l’altro ricoperto i ruoli di responsabile dipartimentale per la Gestione del Rischio e referente pediatrico per i pazienti con malattia di Fabry, e dei pazienti con malformazioni vascolari ed emangiomi. 

In precedenza aveva lavorato presso l’Ospedale Pediatrico “Bambin Gesù” di Roma (dal 2005 al 2008) nel reparto di Nefrologia Pediatrica dove si è occupato in particolare dei bambini con patologie renali, compresi quelli sottoposti a trapianto, emodialisi e dialisi peritoneale e con grave scompenso metabolico. E’ stato inoltre referente per le patologie genetiche del tubulo renale, per le malattie mitocondriali e per la nefropatia da IgA, con attività assistenziale e di ricerca scientifica. Nel 2008 ha svolto periodi di formazione presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale di Padova. 

Il dottor Vergine ha conseguito la Laurea in medicina e chirurgia nel 2000 all’università di Bologna e la specializzazione in “Pediatria” all’Università di Ferrara. Il professionista ha inoltre effettuato attività didattica e congressuale ed è stato relatore a numerosi congressi nazionali ed internazionali nell’ambito della pediatria, nefrologia ed oncoematologia pediatrica. E’ autore o coautore di testi scientifici e di numerosi articoli su riviste scientifiche, tra cui il British Journal of Haematology, Journal of Pediatrics, British Medical Journal, Pediatric Nephrology, Pediatric Blood Cancer, Nutrition.

Presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale “Infermi” di Rimini vengono effettuati, ogni anno circa 1.250 ricoveri, le principali cause sono riconducibili a polmoniti e insufficienza respiratoria, neoplasie, patologie ematologiche, infettive, gastrointestinali e respiratorie. Il centro di Oncoematologia Pediatrica di Rimini è uno dei 50 centri A.I.E.O.P. (Associazione Italiana Oncoematologia Pediatrica) a livello nazionale per la cura dei tumori e delle patologie ematologiche nel bambino. Negli ultimi anni è diventato il centro di riferimento in Romagna, e nel 2015 ha trattato circa 30 casi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei primi 11 mesi del 2016 si sono inoltre verificati 8.720 accessi ambulatoriali; per quanto riguarda le visite le principali sono state in allergologia (1.287); endocrinologia (1.002); gastroenterologia (915); ematologia (433); nefrologia (381); reumatologia (242). Nel reparto lavorano 10 medici (compreso il primario), 36 infermieri e una psicologa, e conta 14 posti letto di degenza ordinaria, 6 posti di oncoematologia pediatrica, cui se ne aggiungono altri 6 di  Day Hospital. Attualmente sono in corso i lavori per la realizzazione dei locali per i reparti afferenti al dipartimento Materno Infantile, all’interno del Dea (Dipartimento di Emergenza Accettazione) dell’Ospedale. In particolare il quinto piano è destinato alle degenze di ostetricia, al blocco Travaglio e parto con relativo blocco operatorio (una sala operatoria e una sala per parti operativi) ed agli spazi di supporto all'attività. Il sesto piano è destinato alle degenze di Area Pediatrica (Pediatria e Chirurgia Pediatrica) e alla Terapia Intensiva Neonatale. Ognuno dei due piani ha superficie utile di circa 2.800 metri quadrati e sono collocati funzionalmente coi piani sottostati del Dipartimento di Emergenza Accettazione e col resto del corpo di fabbrica dell’Ospedale. Questi lavori contemplano costi per complessivi 11 milioni di euro circa, dei quali circa 8 di finanziamenti regionali, mezzo milione di quota della Regione Emilia Romagna il resto da parte aziendale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento