rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in calendario un mese di iniziative

Un cartellone plurale, frutto della programmazione corale che vede Comune di Rimini insieme alle “Rete Donne Rimini” e alle tante altre associazioni e realtà coinvolte e protagoniste delle iniziative

Presentato questa mattina il programma di "Donne coraggio!" Un mese di iniziative, incontri, dibattiti, conferenze e spettacoli per riflettere come comunità in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un format inaugurato l’anno scorso e che quest’anno si arricchisce di ulteriori contenuti. Un cartellone plurale, frutto della programmazione corale che vede Comune di Rimini insieme alle “Rete Donne Rimini” e alle tante altre associazioni e realtà coinvolte e protagoniste delle iniziative in programma. Una rete nata per sostenere e condividere le attività della “Casa delle donne” del Comune di Rimini, che ha visto nel corso degli ultimi mesi un potenziamento dei servizi – su tutti il ritorno dello sportello di consulenza commercialistica -  e, in particolare, un nuovo compito di volano culturale e organizzativo per le iniziative territoriali legate alle donne. Tra le iniziative, da ricordare “E’ per te”, la camminata per le vie della città contro la violenza alle donne, che quest’anno si terrà sabato 26 novembre, con ritrovo in Piazza Cavour alle ore 15.30 e partenza alle ore 16.00 

"Un mese intero in cui dedicheremo tante modalità diverse- spiega Chiara Bellini, Vicesindaca don delega alle politiche di genere - dalle conferenze al dibattito cittadino, dagli spettacoli all'utilizzo dei luoghi di intrattenimento e di cultura, fino alle scuole, per un lavoro culturale profondo e corale su donne, politiche di genere e contrasto alla violenza. Un lavoro che parte da lontano ma che in questo ultimo anno ha visto un particolare fermento, grazie soprattutto al contributo di "Rete Donne Rimini", che raccoglie e mette insieme le associazioni impegnate ogni giorno su queste tematiche in tutto il territorio. Il programma che presentiamo è frutto di questo lavoro. Non c'è infatti solo la violenza fisica, ma tante piccole e grandi discriminazioni che ogni giorno, a casa e nel lavoro, penalizzano le donne. Un esempio è il gap salariale, basti pensare che si calcola che in Romagna il differenziale di genere per le retribuzioni, a parità di condizioni,  si attesta in base a dati recenti a circa settemila euro annui in meno per le donne (circa 25 euro al giorno). Non parliamo poi del lavoro di cura famigliare che grava quasi esclusivamente sulle donne, incidendo sulla crescita professionale. Un altro problema è quello della casa, evidenziato anche dai dati delle richieste arrivate a Casa donne. Anche se autonome economicamente, per le donne sole, e non solo se in uscita da percorsi di contrasto alla violenza, è più difficile trovare casa. Quest'anno assume ancora più importanza, anche simbolicamente, la camminata "E' per te", in un anno che ha visto Rimini sede, come tristemente noto, di tre femminicidi. A loro, dopo le assemblee pubbliche e il consiglio comunale aperto, dedicheremo simbolicamente anche la camminata. A loro tre ci siamo ispirate simbolicamente per l'immagine di copertina; erano infatti tre le sorelle Mirabal, ribelli trucidate dal regime di Truijllo nella Repubblica Dominicana, femminicidio da cui è nata ed è stata istituita, sotto l'egida dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne".

"Quando abbiamo organizzato tanti anni fa - ricorda la presidente dell'Ass.ne "Rompi il silenzio", Roberta Calderisi - la prima camminata per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, lo scopo era quello di sensibilizzare sulle tematiche di genere e far conoscere i nostri servizi. Tanto lavoro è stato fatto da allora, e oggi con noi ci sono tantissime associazioni e istituzioni con cui lavoriamo insieme durante tutto l'anno, con il fondamentale ruolo dato dalle Forze dell'Ordine. Durante la camminata saranno previsti diversi momenti di testimonianza e ricordo, tra i quali anche un momento di solidarietà e supporto alle donne iraniane. I numeri degli accessi, delle segnalazioni e delle richieste di aiuto ai nostri sportelli sono purtroppo in crescita, anche tra i più giovani, quindici quelle ricevuti da donne tra i venti e i trent'anni. Anche per questo stiamo ampliando la presenza territoriale e investendo sul lavoro di rete, come dimostra il programma di questo mese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, in calendario un mese di iniziative

RiminiToday è in caricamento