rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

Giornata mondiale della prematurità e tumore al pancreas, gli eventi dedicati in provincia

Quest’anno Rimini celebrerà la giornata mondiale della prematurità condividendo le iniziative con l’associazione Oltre la ricerca finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tumore del pancreas

Viola è una bambina nata troppo presto, così come la sua mamma e il suo papà sono diventati genitori “troppo presto". La prematurità, vale a dire la nascita sotto le 37 settimane di gestazione, colpisce globalmente un bambino ogni 10 nati, ed ha bisogno di protezione per non creare disuguaglianze che si ripercuotono nel futuro di bambini e famiglie. E’ per questo che anche quest’anno a livello mondiale viene celebrata la giornata mondiale della prematurità: l’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sulle nascite pretermine perché, come afferma l’Oms, “Se cambiamo l’inizio di una storia cambiamo l’intera storia”. Quest’anno il motto della giornata, rilanciato dalla Società Italiana di Neonatologia è: "L’abbraccio di un genitore: una terapia potente". Sostenere il contatto pelle a pelle sin dal momento della nascita.

A Rimini, dove è presente la Tin di riferimento aziendale per i neonati più piccoli e con patologie chirurgiche, nascono ogni anno circa 2600 bambini, di cui circa 50 di peso inferiore ai 1500 grammi, chiamati neonati di peso molto basso, ed il tema del contatto e della presenza dei genitori in reparto è molto sentito. Per tale ragione il reparto ha seguito quest’anno un progetto specifico, finanziato dall’associazione La Prima Coccola, con lo scopo di passare da una apertura del reparto alla famiglia ad una vera partnership con essa, riconoscendo il valore complementare dei sanitari e della famiglia nella cura ai bambini, secondo quanto riportato anche negli standard assistenziali europei per la salute del neonato. La Tin di Rimini è diventata nel 2020 anche Centro Training Nidcap, con lo scopo di formare professionisti sanitari provenienti da tutta Italia sui questi principi di cura.

Quest’anno Rimini celebrerà la giornata mondiale della prematurità condividendo le iniziative con l’associazione Oltre la ricerca odv finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tumore del pancreas, vista la concomitanza della ricorrenza.

La Terapia Intensiva Neonatale di Rimini e la Prima Coccola, organizzazione di volontariato a sostegno dei bambini e delle famiglie ricoverate nel Reparto Tin di Rimini, in collaborazione con Vivere Onlus (Coordinamento delle Associazioni dei Genitori), raccolgono la proposta della SIN (società italiana di neonatologia) di spegnere simbolicamente i monumenti, veicolando una Illuminazione virtuale sui social dei comuni, degli ospedali, delle istituzioni e di chiunque voglia partecipare e condividere la propria vicinanza a tutte le famiglie che vivono una nascita pretermine. Il contatto sarà il tema centrale della giornata.

In particolare, a Rimini si sarà una doppia iniziativa condivisa tra le due realtà presenti da anni sul territorio romagnolo. Nel pomeriggio di giovedì 17 novembre al Centro delle Famiglie in Piazzetta dei Servi, 1 a partire dalle ore 16 si terranno dei laboratori creativi rivolti a tutti i bimbi ex-prematuri e a tutti coloro che li vorranno raggiungere, accompagnati da merenda e delle letture legate al tema dell’abbraccio. A seguire partirà una camminata in direzione di Castel Sismondo dove alle 18 circa verranno spente le luci della Rocca per accendere i riflettori su questa tematica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale della prematurità e tumore al pancreas, gli eventi dedicati in provincia

RiminiToday è in caricamento