Giornate FAI d'Autunno, a spasso tra i tesori nascosti di Rimini

Alla scoperta della chiesa di San Bernardino e della Colonia Forlivese

In occasione delle Giorntate FAI d'Autunno, domenica 13 ottobre aprono al pubblico due importanti edifici riminesi per far conoscere a tutti la storia, l'arte e le curiosità.

Chiesa di San Bernardino 09:30 - 12:30 / 15:30 - 17:30
Via San Bernardino, 26
La chiesa di San Bernardino è un edificio di culto in stile barocco, costruita verso il 1670 su un preesistente oratorio quattrocentesco. Oggi, la facciata rustica di mattoni alternati a spigolo è un elemento caratterizzante dell'edificio, qui trovano posto in due nicchie le statue settecentesche di San Bernardino e del Beato Giacomo della Marca. L'interno presenta sei altari laterali, in cui sono custodite preziose opere come un Crocifisso ligneo del XVIII-XIX secolo, e cinque tele raffiguranti: San Bernardino da Siena di Giovanni Laurentini, detto l’Arrigoni del 1600; Santa Margherita da Cortona di Ercole Graziani del 1752; San Francesco che riceve le stimmate, S. Diego d’Alcalà, e S. Giovannni da Capestrano realizzate da Donato Creti tra il 1732 e il 1746. Inoltre, è possibile ammirare un organo del Seicento tra i più antichi dell'intera regione. Il convento è stato ricostruito dopo la Seconda guerra mondiale, ma rimane autentica l'ala settecentesca adiacente alla chiesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ex colonia forlivese  09:30 - 12:30 / 14:30 - 18:30
Viale Regina Margherita, 20-22
La "Colonia fascista forlivese" è stata costruita nel 1930 su progetto dell'ingegnere e architetto Arnaldo Fuzzi (1891-1974), progettista tra i più interessanti nella Romagna di inizio Novecento. Il fabbricato, dalle linee semplici, ma con grandezze monumentali, si compone di tre fabbricati principali collegati tra loro da grandi vetrate. Al piano terreno trovavano posto i locali di servizio, mentre al piano rialzato erano presenti gli uffici del direttore e dell'amministrazione, la dispensa e il grande refettorio da 600 posti e, nei corpi laterali, i dormitori da 120 letti ciascuno con i relativi servizi igienici. Due infermerie e l'ambulatorio posti al primo piano terminavano gli spazi della struttura principale. La colonia è stata riqualificata in scuola nel 1978 e quest'anno sarà l'occasione per festeggiare i primi 50 anni dell'Istituto Tecnico per il Turismo "Marco Polo".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento