rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Giorno del Ricordo, momenti di riflessione in sala del consiglio a Rimini e cerimonia a Riccione

Si è svolta la celebrazione del Giorno del Ricordo, istituito dal Parlamento Italiano con una legge nel marzo 2004, in memoria delle vittime delle foibe

Si è svolta questa mattina la celebrazione del Giorno del Ricordo, istituito dal Parlamento Italiano con una legge nel marzo 2004, in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale. La cerimonia, inizialmente prevista integralmente sul molo di Rimini, presso il monumento “La biblioteca di pietra”, è stata divisa in due momenti. Il primo, nella sala del consiglio comunale, alla presenza della vicesindaca Chiara Bellini intervenuta a nome dell’amministrazione comunale, insieme a Giovanni Ruzzier, esule da Pirano e referente dell’Unione degli istriani, in rappresentanza anche delle altre associazioni degli esuli. Alla cerimonia sono intervenuti anche gli studenti di una V^ superiore del Liceo Giulio Cesare/Valgimigli di Rimini.

La celebrazione nella sala consiliare è poi proseguita in mattina, con un secondo momento dedicato alla deposizione di una corona d'alloro al monumento dedicato alle vittime del Confine Orientale denominato "Biblioteca di pietra”, alla presenza della vicesindaca e di Giovanni Ruzzier in rappresentanza delle associazioni degli esuli. Le celebrazioni del “Giorno del Ricordo” sono state anticipate giovedì sera dal momento dedicato nella seduta del Consiglio comunale, con un intervento dell’amministrazione comunale e un approfondimento storico di Oriana Maroni.

Qui Riccione

La sindaca Daniela Angelini e la vicesindaca Sandra Villa, alla presenza delle autorità civili, dei componenti della Giunta e del Consiglio comunale e dei rappresentanti delle forze armate e dell’ordine, oltre a numerosi riccionesi, hanno deposto questa mattina una corona di alloro nel giardino che la Città di Riccione ha dedicato a Norma Cossetto, studentessa universitaria dell’Istria italiana, uccisa all’età di 23 anni.

Si è svolta il 10 febbraio, la commemorazione del Giorno del Ricordo, istituito con la legge 30 marzo 2004 n. 92, volto a “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

A Norma Cossetto è stato intitolato nel 2022 il giardino tra i viali San Martino, Limentani, Da Verrazzano e la ferrovia, luogo in cui si è svolta la cerimonia e ora simbolo, per la Città di Riccione, per il ricordo di tutte le vittime delle foibe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del Ricordo, momenti di riflessione in sala del consiglio a Rimini e cerimonia a Riccione

RiminiToday è in caricamento