menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovane albanese completamente “fatto” cerca di rapire una minorenne

Completamente "fatto" e in preda a un forte stato confusionale per le droghe assunte, un 15enne albanese ha cercato di portar via dalla spiaggia una bambina convinto che si trattasse della propria sorella

Completamente “fatto” e in preda a un forte stato confusionale per le droghe assunte, un 15enne albanese ha cercato di portar via dalla spiaggia una bambina convinto che si trattasse della propria sorella. Tutto è successo verso le 12.30 di lunedì a Riccione quando un bagnino, insospettito per quello che stava accadendo, ha chiamato il 112 raccontando di una probabile sottrazione di minore. Quando la pattuglia dell’Arma è arrivata in spiaggia, i carabinieri hanno subito individuato l’albanese e lo hanno portato in caserma per capire cosa fosse successo.

Qui è stato identificato come un 15enne residente a Novara e in vacanza nella Perla Verde con altri tre ragazzi, appena maggiorenni. L’albanese, che non si rendeva nemmeno conto se era a Riccione o a Novara, ha raccontato ai militari dell’Arma di aver preso la bambina per mano e di essersi allontanato in quanto l’aveva scambiata per la propria sorellina che, invece, si trovava a Novara coi genitori.

Dalle analisi del sangue sul 15enne è poi emerso che il suo stato confusionale era dovuto a una massiccia assunzione di droghe e, al momento, sono in corso ulteriori accertamenti diretti dal Tribunale per i Minori al fine di valutare il reato di sottrazione di minorenne a carico del 15enne. Nel frattempo, il giovane albanese è stato affidato alla madre che, informata di quanto era successo, è accorsa da Novara per riprendersi il figlio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento