Cronaca

Giovani e dipendenze, un focus sui teenager riminesi dall'alcol al gioco d’azzardo

Un'analisi dei consumi psicoattivi e di altri comportamenti a rischio tra gli studenti di età compresa tra i 15 e i 19 anni che frequentano le scuole superiori del territorio

Si apre con una tavola rotonda e il concerto gratuito di Massimo Modula e Massimo Marches, sabato, la festa per i 40 anni della Cooperativa sociale Cento Fiori di Rimini. "Giovani e dipendenze: gli orizzonti della prevenzione oltre la pandemia", questo il titolo dell'incontro sui teenager riminesi che prende il via con una relazione della sociologa Claudia Luppi, dal 2005 in forza al Lab. Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari, dell’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR, dove si occupa di ricerca nell’ambito di indagini campionarie nazionali, fra cui Espad Italia.

Si tratta della branca italiana del progetto europeo European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs, il quale analizza i consumi psicoattivi (alcol, tabacco, farmaci e sostanze illegali) e altri comportamenti a rischio, come l’uso di Internet e il gioco d’azzardo, tra gli studenti di età compresa tra i 15 e i 19 anni che frequentano le scuole secondarie di secondo grado, comprese quelle riminesi.

Con Claudia Luppi discuteranno i dati presentati, coordinati dai colleghi Cento Fiori Laura Grossi e Cristian Tamagnini, Emma Petitti, presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia – Romagna, Edoardo Polidori, responsabile del Ser.DP di Rimini e Forlì, Michele Sanza, responsabile del Ser.DP di Cesena, Leopoldo Grosso, presidente onorario del Gruppo Abele, con Riccardo De Facci, presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) che trarrà le conclusioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani e dipendenze, un focus sui teenager riminesi dall'alcol al gioco d’azzardo

RiminiToday è in caricamento