Giulio Lolli rinviato a giudizio con l'accusa di terrorismo e traffico di armi

L'ex patron della Rimini Yacht estradato dalla Libia è ritenuto aver avuto un "ruolo direttivo" nell'organizzazione terroristica di matrice islamica Majlis ShuraThuwar Benghazi

E' stato rinviato a giudizio a Roma Giulio Lolli, l'umprenditore 54enne ex patron della Rimini Yacht estradato dalla Libia nel dicembre scorso e accusato  dalla Procura capitolina di associazione a delinquere finalizzata al terrorismo internazionale e traffico di armi. Il gip ha fissato il processo al prossimo 14 ottobre davanti alla prima corte d'assise. Secondo gli inquirenti, Lolli aveva un "ruolo direttivo" nell'organizzazione terroristica di matrice islamica Majlis ShuraThuwar Benghazi in cui militava in Libia quale 'Comandante delle forze rivoluzionarie della marina'. Nell'ordinanza di custodia cautelare dello scorso dicembre, il gip scrive che l'italiano era "detenuto dal 17 dicembre 2017 nel carcere di Mitiga (Tripoli) con l'accusa di terrorismo per la collaborazione fornita al gruppo armato denominato Shura di Bengasi oltre che di detenzione illegale di una pistola e trattenimento illegale in Libia". In particolare, come emerso dalle indagini del Ros, "proprio da Misurata  Lolli si occupava di garantire alle milizie di Majlis Shura Thuwar Benghazi a Bengasi i rifornimenti di armi; approvvigionamenti che, via mare (non essendo sicuro il trasporto via terra), dovevano giungere da Misurata".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento