menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giustizia più forte, Sarti e Croatti (M5S): "In arrivo a Rimini quattro nuovi magistrati"

"Una notizia importantissima, è fondamentale e prioritario mantenere alta l’attenzione per il nostro territorio"

“Il Ministro della Giustizia Bonafede ha firmato il decreto che ridetermina e amplia le piante organiche degli uffici giudiziari di merito, previsto dalla Legge di Bilancio 2019", affermano i parlamentari del MoVimento 5 Stelle Marco Croatti e Giulia Sarti". I parlamentari evidenziano: "Come avevamo anticipato qualche mese fa sono in arrivo tre nuovi magistrati al Tribunale di Rimini e uno alla Procura della Repubblica. Si tratta di una notizia importantissima che rafforza il sistema giustizia nel nostro territorio".

Il Ministero della Giustizia prevede, nella legge di bilancio, l’assegnazione di 600 nuovi magistrati a tribunali ordinari, corti d’appello, tribunali per i minorenni e sorveglianza. La prospettiva di affiancare il presente intervento di ampliamento degli organici magistratuali con un vero e proprio programma assunzionale di personale amministrativo di oltre 8.600 unità per i prossimi due anni, unitamente all’ulteriore potenziamento della digitalizzazione del processo civile e penale, fa immaginare un futuro di ulteriore miglioramento delle performance. "Gli obiettivi sono il miglioramento dell’efficienza del servizio giustizia e la riduzione dei tempi con cui viene assicurata ai cittadini la risposta giurisdizionale. Il presente intervento, che rappresenta la prima seria manovra di aumento degli organici di magistratura da oltre venti anni, rimarrà sottoposto a monitoraggio dei propri esiti, in un ormai acquisito concetto di revisione permanente degli organici, e potrà quindi essere rivisitato per meglio essere adattato a future esigenze dei territori".

Spiegano Sarti e Croatti: "Per realizzare la ripartizione tra i vari uffici e i diversi territori sono stati seguiti indicatori quantitativi (organici, carichi pendenti, durata dei procedimenti) e criteri di natura qualitativa come l’indice di criminalità organizzata e la concentrazione delle imprese. Grazie a questa nuova rideterminazione delle piante organiche, voluta fortemente dal nostro Governo, il Tribunale di Rimini salirà dalle attuali 22 unità a 25, mentre la Procura di Rimini passerà da 9 unità a 10. Fondamentale e prioritario mantenere alta l’attenzione per il nostro territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento