menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli negano da bere, tira fuori la pistola: scatta la caccia all'uomo

Ben più grave l’episodio accaduto intorno alle 23.00 a Bellaria, quando un kazako di 35 anni si è presentato ubriaco ed armato di pistola all’interno di un locale pubblico: immediato l’allarme al 112. E' quindi scattata la caccia all'uomo

L’estate ufficialmente è cominciata da pochi giorni ma sono già numerosi gli interventi dei Carabinieri per liti, molestie e reati messi a segno da persone ubriache. In questi mesi i militari hanno portato avanti una importante campagna di sensibilizzazione sui rischi dell’uso ed abuso di sostanze alcoliche, con il chiaro invito ai giovani, ma non solo, ad assumere comportamenti responsabili e moderare l’uso di alcolici. Sempre più spesso i Carabinieri effettuano interventi cagionati da soggetti che, per l’abuso di alcol, hanno comportamenti violenti verso familiari o conoscenti, a volte anche con gravi conseguenze.

Solo nelle ultime ore, ben tre sono stati gli episodi gravi causati da persone ubriache, per i quali i Carabinieri sono dovuti intervenire:

Alle ore 07.30 di domenica, i militari si sono diretti in centro città dove era in corso una lite in famiglia. Sul posto i militari hanno trovato un 42enne che, completamente in preda ai “fumi dell’alcool”, stava litigando con i genitori dai quali pretendeva soldi per acquistare altri alcolici. I Carabinieri riuscivano a calmare l’uomo, convincendolo ad abbandonare l’abitazione dei genitori, che da anni combattono con la dipendenza del figlio.

Alle 16.30 invece, un rumeno di 42 anni, ha seminato il panico nei pressi di Piazza Fellini. Tempestivo l’intervento dei Carabinieri della Stazione di Rimini che lo hanno bloccato in Via Principe Amedeo mentre “molestava” il gestore ed alcuni clienti di una tabaccheria, sanzionandolo per ubriachezza molesta e riportando la calma in zona.

Ben più grave l’episodio accaduto intorno alle 23.00 a Bellaria, quando un kazako di 35 anni si è presentato ubriaco ed armato di pistola all’interno di un locale pubblico: immediato l’allarme al 112, per cui sul posto sono state inviate due pattuglie del Nucleo Radiomobile. Nel frattempo però l'uomo si era già dileguato. Gli avventori hanno raccontato che l'uomo aveva tirato fuori la pistola dopo che gli stessi gli avevano negato da bere. Nel frattempo al 112 era giunta però una nuova segnalazione di un individuo armato presso una discoteca del lungomare di Bellaria: proprio qui i Carabinieri hanno intercettato il kazako che, dopo aver cercato di disfarsi dell'arma gettandola in mare, si è scagliato contro i militari con calci e pugni. Dopo una breve colluttazione (nella quale un militare è rimasto lievemente ferito) i Carabinieri sono riusciti ad ammanettarlo. Le successive ricerche hanno consentito di recuperare anche l’arma: si tratta di un’arma giocattolo,  priva però del tappo rosso, perfetta riproduzione di Beretta mod. 92. Per tali fatti, l’extracomunitario veniva tratto in arresto con l’accusa di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e porto di arma ed oggetti atti ad offendere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento