Gli revocano la patente, per 9 anni usa quella del fratello deceduto

L'automobilista, che nel frattempo aveva anche rinnovato il documento di guida, è stato smascherato dalla Municipale nel corso dei controlli anti Covid-19

Una storia che ha dell'incredibile quella scoperta dagli agenti della polizia Municipale di Rimini che, in questi giorni, stanno vagliando tutte le autocertificazioni degli automobilisti raccolte nei 2 mesi di lock down e tra queste è spuntata quella di un riminese 53enne fermato da una pattuglia sulla Ss16 al confine con Riccione. Il guidatore, in quella occasione, aveva fornito agli agenti tutti i documenti che in un primo tempo erano sembrati in regola ed era stato lasciato andare. Il successivo lavoro della task force che sta spulciando tutte le dichiarazioni rese ha però fatto suonare un campanello d'allarme. Al nome del 53enne, infatti, non risultava nessuna patente in quanto il documento di guida gli era stato revocato oltre 10 anni fa e il numero del documento di guida portava all'intestazione del fratello deceduto nel 2011. Ma c'era anche molto di più. Il 53enne, che aveva utilizzato la patente nel corso degli anni, con estrema faccia tosta nel 2019 si era presentato per rinnovarla e come se niente fosse gli era stata nuovamente rilasciata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La task force della Muncipale, unitamente al Nucleo di Polizia Giudiziaria, ha così avviato gli accertamenti del caso e le
indagini hanno permesso di scoprire come l'uomo si fosse sostituito al fratello morto continuando ad utilizzare la sua patente di guida. Il 53enne è stato quindi denunciato a piede libero per sostituzione di persona; false attestazioni a pubblico ufficiale; falsità materiale ed uso di atto falso. Inoltre venivano contestate le violazioni alle norme del COVID-19 e la guida senza patente. L’autovettura di proprietà che l’uomo, già noto alle forze dell'ordine, aveva continuato a guidare
nonostante la propria patente fosse stata revocata dal 2013, posta sotto fermo amministrativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento