Gli scarti delle confezioni di droga incastrano lo spacciatore

Fermato da una pattuglia della polizia, i residui di cellophane e carta stagnola sul pavimento dell'auto lo smascherano

Il disordine è stato fatale per un albanese 29enne, già noto alle forze dell'ordine per immigrazione clandestina, e un 33enne veneziano finiti nei guai nella giornata di giovedì. Secondo quanto emerso, entrambi si trovavano a bordo di un'auto parcheggiata nei pressi dell'ospedale di Rimini in un'area nota per la sosta delle carovane nomadi e una pattuglia della polizia di Stato si è insospettita effettuando così un controllo. Lo straniero, al posto di guida, alla vista delle divise è diventato subito nervoso e agli agenti non è sfuggito che il pavimento del veicolo era invaso da residui di cellophane e carta stagnola utilizzati solitamente per confezionare le dosi di stupefacenti e sul cruscotto tracce di polvere bianca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla perquisizione dell'abitacolo, effettuata coi cani antidroga, sono spuntati alcuni grammi di cocaina e di eroina oltre a diverse banconote di piccolo taglio ritenute il provento dello spaccio. Il tutto è valso all'albanese un paio di manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio mentre per il passeggero è scattata la segnalazione alla Prefettura come assuntore. Processato per direttissima in videoconferenza nella mattinata di venerdì, il giudice ha convalidato il fermo del 29enne e disposto l'obbligo di dimora a Venezia dove risulta domiciliato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento