Gli spacciatori si ribellano al controllo, aggredita pattuglia della polizia di Stato

Notte dimensione nella zona del porto di Rimini con una banda di nordafricani che ha malmenato gli agenti

Notte di tensione, quella tra giovedì e venerdì, nella zona del porto di Rimini con una pattuglia della polizia di Stato aggredita da una banda di spacciatori nordafricani. Secondo quanto emerso gli agenti, davanti a un noto locale sulla spiaggia del lungomare Tintori, hanno notato tre stranieri sospetti e hanno deciso di fermarli per un controllo. Al momento di esibire i documenti, in aiuto dei tre tunisini sono arrivati altri pusher che hanno cercato di far fuggire i fermati con calci e pugni alle divise. In soccorso degli agenti è intervenuto il personale della sicurezza di una discoteca e, alla fine, ad essere bloccati sono stati tre nordafricani di cui uno minorenne. Nelle loro tasche è emerso un quantitativo di hashish già suddiviso in stecche e pronto per essere ceduto. I nordafricani sono stati portati in Questura e, mentre il minorenne è stato affidato ai servizi sociali, i due adulti risultati anche clandestini in Italia sono stati arrestati e processati per direttissima venerdì mattina con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e per la ricettazione di un cellulare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento