Gnassi: "Ringrazio il Questore per aver reso Rimini una città sicura"

Il sindaco ha incontrato Alfonso Terribile in occasione della sua partenza per andare a dirigere la Questura nella città de L'Aquila

Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, ha incontrato giovedì mattina presso la Residenza municipale, il Signor Questore, Alfonso Terribile, per ringraziarlo del lavoro svolto per oltre due anni, a capo della Questura di Rimini. “Un ringraziamento doveroso - afferma Andrea Gnassi - nel momento in cui Alfonso Terribile lascia Rimini per un altro prestigioso incarico che lo porterà nella città de L’Aquila. Non sono stati due anni facili, perché così come sta avvenendo nel resto di un Paese in cui la crisi accentua i fenomeni criminali e la percezione degli stessi, anche sul territorio provinciale problemi ne sono sorti e non tutti sono stati risolti. Il tema della sicurezza è decisivo nel rafforzare il senso civico delle comunità e dunque andrebbero investite risorse e mezzi adeguati per garantirne il rispetto. Purtroppo, le vicende susseguitisi con Governi di diversa appartenenza hanno visto tutte come elemento comune il progressivo decremento dell’investimento in sicurezza e un contestuale ‘disinteresse’ circa l’argomento, di fatto lasciato per intero sulle spalle delle articolazioni e degli enti locali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Rimini, in tal senso, compone una sorta di ‘case history’ con le sue anomalie, le sue peculiarità, il suo appeal turistico - prosegue Gnassi - è una realtà urbana che ha il rango di città metropolitana e che però, paradossalmente, per i Ministeri è considerata ed ha forze di polizia sul campo parificate ad altri territori assolutamente meno complessi. E’ noto a tutti che parecchi fronti, sino a tempo fa considerati di mero ordine amministrativo, oggi rivelano legami chiarissimi con l’ordine pubblico e la criminalità micro e macro (e faccio riferimento all’abusivismo commerciale, alla prostituzione su strada, al contrasto alla spaccio di sostanze stupefacenti, esempio, Borgo Marina). Fronti che hanno visto e vedono la Polizia Municipale farsi carico di un ruolo da protagonista, pur contando su competenze di legge limitatissime se non addirittura del tutto assenti. L’esperienza e l’efficacia del nostro corpo di Polizia Municipale verrà messo a disposizione ancora del Comitato per l’ordine pubblico e del nuovo Questore. Lo strumento del Comitato pubblico per l’ordine e la sicurezza è lo ‘scudo’ che il territorio, in tutte le sue componenti, ha attivato per arginare i fenomeni criminali, facendo di necessità virtù e cioè unendo le residue forze, non potendo contare sul sostegno di chi a Roma dovrebbe garantirlo. Credo in questa ‘cabina di regia’ e credo fermamente che, così come abbiamo fatto negli ultimi anni, faremo e daremo il massimo per lottare contro la delinquenza piccola e grande, naturalmente attratta da un territorio ricco come quello riminese. Al dottor Terribile auguro un proficuo lavoro a L’Aquila”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento