menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Golosaria Riccione": la Perla Verde diventa capitale del ben vivere a tavola

“Abbiamo finalmente messo i presupposti per centrare un altro obiettivo importante – annuncia il sindaco Massimo Pironi – quello di offrire ai nostri ospiti e turisti un altro grande appuntamento nazionale"

Riccione diventa Capitale italiana del gusto e del ben vivere a tavola. La Giunta comunale ha approvato stamane il progetto della prima edizione “Golosaria Riccione”, rassegna del gusto e della cultura del cibo, che amplia i suoi orizzonti e aggiunge il suo primo appuntamento in Romagna, dopo sette edizioni nel Monferrato, una prima a Milano nel 2013 in occasione del “Fuorisalone” del Mobile, dove totalizzò 40 mila visitatori nei due giorni di apertura, proponendosi infine come uno degli eventi di punta dell’Expo 2015.

Oltre al proprio patrocinio, l’Amministrazione comunale sosterrà l’edizione riccionese della rassegna ideata dal giornalista ed eno-gastronomo Paolo Massobrio, e il suo corollario di incontri, seminari, talk-show e show-cooking aperti al pubblico, mettendo a disposizione l’intero Palazzo dei Congressi dal 31 maggio al 2 giugno (per un impegno di spesa in spazi, spese vive e utenze pari a 19.144 euro, in favore della società New Palariccione). “Golosaria Riccione” si propone dunque come un salone delle eccellenze eno-gastronomiche del Belpaese, grazie ad una accuratissima selezione di produttori, artigiani del gusto e piccole aziende. In virtù del sostegno dell’Amministrazione comunale, l’accesso dei visitatori ai saloni del Palacongressi sarà gratuito e aperto a tutti, a differenza della altre edizioni della rassegna.

“Abbiamo finalmente messo i presupposti per centrare un altro obiettivo importante – annuncia il sindaco Massimo Pironi – quello di offrire ai nostri ospiti e turisti un altro grande appuntamento nazionale e un’altra occasione per scegliere Riccione. Gli aspetti di valore di Golosaria sono evidenti. C’è l’aspetto della valorizzazione della nostra identità e dei cibi della Romagna. Il grande valore di comunicazione che una prestigiosa rassegna eno-gastronomica nazionale, con il suo corollario di incontri, ospiti ed eventi. Il fatto di ampliare ulteriormente la vocazione del Palazzo dei Congressi, al di là della sua natura congressuale, come avviene già con manifestazioni come Cinè, le Giornate estive del cinema, e con l’MC Hip Hop Contest di gennaio e luglio".

"C’è infine la promozione enogastronomica non solo di Riccione, della sua ristorazione e del suo entroterra ma dell’intero territorio della provincia con tutti i suoi produttori - aggiunge il primo cittadino -. E’ una grande occasione per rafforzare la nostra identità, e per essere riconosciuti, al pari della Toscana e dell’Umbria, come un luogo di qualità anche sotto il profilo dei vini e dei cibi. Devo un ringraziamento particolare a Paolo Massobrio per aver creduto in questa vocazione e qualità di Riccione”.

Ed è nata proprio a tavola la prima idea di un’edizione a Riccione di “Golosaria”. L’occasione fu la presentazione di un libro del giornalista e gastronomo Massobrio, al Centro della Pesa, nell’autunno scorso, conclusasi a cena in un agriturismo della collina. Perché non pensare ad una Golosaria in riva al mare, fu la proposta del Sindaco Pironi al giornalista? Che si prese qualche giorno, fece un sopralluogo al Palacongressi. La risposta arrivò a stretto giro di mail: “Perché no? Proviamoci”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento