Gonfiabili in mare negli stabilimenti balneari: cambiano alcuni bagni a Rimini sud

Il via libero definitivo avverrà dopo le verifiche previste e dopo la sottoscrizione della concessione demaniale marittima

Sono cinque le domande presentate all’amministrazione comunale da parte degli operatori balneari alla chiusura dell’evidenza pubblica attivata per il posizionamento dei parchi acquatici in mare per la prossima stagione estiva. Le richieste riguardano tutte la zona di Rimini sud e coinvolgono complessivamente circa una quarantina di operatori costituti in raggruppamenti. Delle cinque domande, solo una è stata bocciata per mancanza di requisiti e due sono state ammesse all’istruttoria (parchi tra i bagni 102 e 104 e tra i bagni 142 e 145). Altre due richieste sono state ammesse, a condizione però che vengano riviste alcune caratteristiche dei progetti presentati, che attualmente sono in conflitto perché non garantiscono la necessaria distanza tra i due parchi (il primo indicativamente tra il 24 e il 26, il secondo tra i bagni 55 e 58), come invece indicato dalle linee guida. Il via libero definitivo avverrà dopo le verifiche previste e dopo la sottoscrizione della concessione demaniale marittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento