“Good Sun Good Skin”, l’iniziativa dell’Ior per combattere il melanoma

L'obiettivo principale è la sensibilizzazione dei bagnanti, per fornire loro indicazioni pratiche su come valutare e riconoscere i rischi derivanti da un’esposizione errata al sole

Prosegue “Good Sun Good Skin”, l’iniziativa dell’Istituto Oncologico Romagnolo realizzata in collaborazione con la Skin Cancer Unit dell’IRST IRCCS di Meldola contro il melanoma. Dopo una prima parte teorica, che ha visto le biologhe dello IOR, le dottoresse Claudia Monti e Franca Gentilini, impegnate nelle scuole secondarie della Romagna assieme alla squadra del prof. Ignazio Stanganelli, tra i massimi esperti internazionali di tumore alla pelle, è cominciata martedì 27 giugno una fase più pratica, che vede gli esperti impegnati in un tour delle spiagge della nostra Riviera.

L'obiettivo principale è la sensibilizzazione dei bagnanti, per fornire loro indicazioni pratiche su come valutare e riconoscere i rischi derivanti da un’esposizione errata al sole e su come adottare tutte le precauzioni possibili. A tale scopo verranno distribuiti strumenti informativi per guidare le persone durante tutta la giornata, dai depliant realizzati ad hoc fino alla donazione ai bambini presenti di braccialetti fotosensibili per riconoscere le ore della giornata in cui è meglio restare sotto l’ombrellone. Questi ultimi verranno anche coinvolti attraverso un percorso ludico, denominato ACCA2IOR: un gioco pensato appositamente per i più piccoli, di modo da sensibilizzarli anche sull’importanza di una corretta alimentazione.

Dopo aver toccato le spiagge di Marina di Ravenna, Punta Marina, Cesenatico e Cervia, “Good Sun Good Skin” prosegue in un’ideale tour verso sud che sfocerà in settimana sul litorale di Rimini e dintorni. Martedì 4 luglio i Volontari IOR saranno al Bagno 42 di Bellaria assieme all’esperto dermatologo dott. Luciano Brighi; quest’ultimo sarà presente anche a Rimini, al Bagno Kauai 6/7, per la tappa del giorno successivo, mercoledì 5 luglio. Giovedì 6 luglio, per la giornata che vedrà l’iniziativa sbarcare a Riccione, più precisamente al Bagno Battarra 93/94, toccherà invece alla dott.ssa Mariarita Sorci mettere in guardia i presenti da una scorretta esposizione solare.

“Uno studio recente ha dimostrato come un bambino su quattro, in Italia, ha riportato almeno una scottatura solare durante la propria vita – afferma il prof. Stanganelli – e quasi due su dieci al mare sono restii ad usare creme o cappellini per proteggersi dai danni dei raggi ultravioletti. Nei primi 20 anni di età si può concentrare sino all'80% dell'esposizione solare: ma proprio le scottature prese nell'infanzia sono il principale fattore di rischio per il melanoma, perché la pelle memorizza il danno e può innescare il tumore nei soggetti predisposti anche a diversi anni di distanza”. L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio di tutti i Comuni coinvolti e sarà organizzata grazie anche al contributo di imprese come BioNike, Mercato Ortofrutticolo di Cesena, Romagna Acque ed Apofruit.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento