rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

La taverna rinasce grazie a un imprenditore di Cattolica, un luogo incantato a due passi dal Riminese

La Taverna del Luppolo di Gradara è ritornata in pista e sta scaldando i motori in vista della nuova apertura

La Taverna del Luppolo di Gradara è ritornata in pista e sta scaldando i motori in vista della nuova apertura prevista per l'8 aprile, a partire dalle 18,30. Il progetto è di un imprenditore originario di Cattolica. "Provengo da una famiglia di imprenditori da ben tre generazioni e da circa 10 anni gestisco, con grande soddisfazioni, l’hotel di famiglia situato sul mare a Cattolica - spiega Tonti -. L’idea di rilevare la Taverna nasce quasi casualmente assieme a mia moglie Sara, compagna di una vita, senza l’aiuto della quale oggi non saremmo qua a parlare di questo nuovo progetto".

Questa nuova avventura vede impegnati in prima persona anche colui che sarà poi fattivamente sempre in prima linea alla Taverna, Oscar Pietrucci (43 anni di Novilara, in provincia di Pesaro Urbino ndr), amico, socio e collaboratore con sua moglie Marta, preziosa figura nell’iter gestionale che poi porterà all’inaugurazione.  Un vero e proprio lavoro di squadra.

«Lo scorso anno, una volta deciso di entrare in trattativa per il locale, ho avuto il piacere di conoscere Anna, Danilo e Greta Cavatorta, gli ex proprietari con i quali da subito si è instaurato un rapporto di stima e fiducia. Da parte mia un grande grazie va a loro per l’appoggio e la collaborazione che ancora oggi, in fase di apertura, non ci fanno certo mancare, rimanendo nel solco della loro gestione, caratterizzata da calore e familiarità, è stata facile la decisione di proseguire con il nome Taverna del Luppolo” dice Tonti.

«La nuova Taverna sarà un locale dove semplicità, ospitalità e professionalità saranno di casa e dove ciascuna di queste caratteristiche troverà continuamente riscontro in proposte culinarie all’altezza della tradizione gastronomica Marchigiano-Romagnola. Il suggestivo ed incantato panorama della Rocca da una parte, e la varietà dei colori della campagna con lo sfondo del mare dall’altra faranno il resto. Spazieremo la nostra offerta di birre partendo da quelle internazionali più conosciute fino ad arrivare ad eccellenze artigianali del nostro territorio. In ultimo un grande ringraziamento per l’accoglienza ricevuta dall’amministrazione e al sindaco Filippo Gasperi, figura fondamentale della crescita strutturale del borgo" conclude l'imprenditore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La taverna rinasce grazie a un imprenditore di Cattolica, un luogo incantato a due passi dal Riminese

RiminiToday è in caricamento