Gratta e...Perdi: ludopatia e gioco d’azzardo problematico allo Yellow Factory

Una serata per approfondire la materia con un gruppo di esperti sul problema del gioco compulsivo

Gratta e...Perdi: la ludopatia associata al gioco d’azzardo è uno dei temi più urgenti su cui istituzioni e famiglie stanno discutendo. Dalle norme più restrittive all’assistenza fornita soprattutto dal mondo dell’associazionismo e del volontariato, l’Italia sta affrontando proprio in questi giorni il fenomeno, finalmente in maniera seria e precisa. Ciò accade anche nella riviera romagnola e nella provincia di Rimini. Per approfondire la materia, Yellow Factory, in collaborazione con il Comune di Riccione, ha deciso di dedicarvi una puntata del “Social Things”, il ciclo di incontri ideato e condotto dal giornalista e autore televisivo Fabrizio Vecchione, sui temi più attuali con cui i giovani, le famiglie e le imprese si stanno confrontando oggi. Invitati esperti e  istituzioni: oltre all’Amministrazione Comunale, parteciperanno anche Mauro Croce, Psicologo, Psicoterapeuta e Criminologo; Daniela Casalboni, Psichiatra; Paolo Maroncelli e Cristian Tamagnini, Comitato Slot Mob Rimini. Il progetto Yellow Factory prosegue, dunque, e con la fine della bella stagione, “rientra” nel locale di via Manfroni 1, dal giardino esterno che ha ravvivato l’estate del Marano. Appuntamento dunque venerdì 22 settembre, a partire dalle ore 21. Ingresso libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento