Gravissime lesioni durante il parto a Rimini, non potrà più avere figli

Donna 36enne presenta esposto in Procura dopo il taglio cesareo a cui fu sottoposta nell'ospedale riminese nel gennaio di quest'anno

La gravidanza si è trasformata in un incubo per una 36enne, residente a Bellaria, che ha partorito nell'ospedale di Rimini lo scorso gennaio. La donna, infatti, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica in seguito a una serie di lesioni riportate durante il travaglio che, secondo quanto denunciato, non potranno più permetterle di avere dei figli. La signora, infatti, ha ricostruito tramite i suoi legali quanto accaduto il 27 gennaio quando, alla 37esima settimana, le si erano rotte le acque. Ricoverata all'Infermi, alle 6 iniziò il travaglio ma, verso mezzogiorno, i medici decisero di sottoporla a un taglio cesareo in quanto il bambino si presentava in posizione podalica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella denuncia, la 36enne descrive una lunga permanenza in sala operatoria senza alcuna spiegazione e, dopo l'operazione, solo nella sua stanza dell'ospedale i sanitari le spiegarono che c'erano stati alcuni problemi all'apparato urinario e che si era dovuto prolungare l'intervento, ma che non era nulla di preoccupante. Alla signora, quindi, era stato applicato un catetere e disposto un trattamento farmacologico fino al 14 gennaio quando fu dimessa con la prescrizione di tornare per rimuovere il catetere una decina di giorni dopo, visto che al momento non si riusciva. Lei donna, però, dovette ritornare cinque giorni dopo in ospedale, per forti dolori al fianco e febbre. Il 24 venne ricoverata per la rimozione e ancora una volta non si riuscì e, per completare il tutto, si rese necessario un altro intervento chirurgico. In seguito all'incisione durante il parto, alla donna è stata diagnosticata l'impossibilità di avere nuove gravidanze e la compromissione dell'organo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento