rotate-mobile
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Grazie al contributo della famiglia Zammarchi un nuovo ecografo al "Franchini" di Santarcangelo

L'apparecchio digitale di ultima generazione, dotato di due sonde e un dispositivo intelligente che utilizza la tecnologia ad ultrasuoni per trasferire su un tablet le immagini

Un nuovo importante gesto di solidarietà nei confronti della Azienda Usl della Romagna,  arriva all’ospedale di Santarcangelo, con la donazione di un nuovo ecografo all’Unità Operativa di Radiologia. Grazie al contributo della famiglia Zammarchi, l’Associazione Paolo Onofri ONLUS, che si occupa di promuovere sul territorio attività di solidarietà e assistenza socio-sanitaria, anche con l'acquisizione delle tecnologie necessarie all'assistenza e alla cura dei pazienti del Presidio ospedaliero di Santarcangelo, è stato possibile dotare il reparto di Radiologia di una nuova strumentazione, un ecografo digitale di ultima generazione, dotato di due sonde, un dispositivo intelligente che utilizza la tecnologia ad ultrasuoni per trasferire su un tablet le immagini derivanti dall’esecuzione di un’ecografia diagnostica.

La cerimonia di consegna si è tenuta questa mattina, presso l’Ospedale, in presenza della Sindaca di Santarcangelo Alice Parma, della Responsabile dell’Ospedale Catia Drudi, del Dott. Enrico Cavagna Direttore Dipartimento Diagnostica per Immagini e Direttore Radiologia – Rimini, affiancato dal Dott. Antonio Sansone e dalla dott.ssa Monica Cenni Poli, che hanno accolto il Presidente dell’Associazione Dott. Giorgio Ioli e il Sig. Loris Zammarchi in rappresentanza della famiglia  che ha donato l’ecografo.
“L’ecografo - afferma il dott. Cavagna - ci aiuterà a migliorare la qualità dell’assistenza, grazie alla sonda ecografica wireless e mobile di altissima qualità e andrà ad implementare il parco delle attrezzature della radiologia di Santarcangelo. In questo modo, contando anche sui prossimi investimenti in attrezzature radiologiche tradizionali tramite il PNRR, puntiamo ad un potenziamento delle cure intermedie, che insieme alle case della salute e agli OSCO, consentirà di servire tutti i cittadini che accedono alla struttura di Santarcangelo. Siamo quindi davvero molto grati ai donatori, perché questa strumentazione costituisce un rilevante passo avanti dal punto di vista della qualità dell’assistenza,  consentendoci di raggiungere uno dei nostri principali obiettivi che è quello di dare una offerta assistenziale qualitativamente elevata, completa e sicura, in generale, ma ancor più rispetto al momento particolarmente difficile che stiamo vivendo.” 

“Questo contributo testimonia – sottolinea Giorgio Ioli, l’impegno della Paolo Onofri, ad essere una associazione di prossimità per questo territorio,  e per questo Ospedale, che è sempre stato e resta un punto di riferimento per tutta la popolazione, per le diverse specialità. Dobbiamo ringraziare tutti i nostri donatori, che negli anni ci hanno aiutato a raccogliere i fondi necessari per sostenere le diverse donazioni, per un importo che si aggira sui 400 mila euro complessivi. E oggi in particolare ringraziamo la famiglia Zammarchi”.
Esprime apprezzamento la sindaca Alice Parma, “per il notevole sostegno dato dalla Paolo Onofri Onlus in questi anni, sottolineando quanto sia importante avere questa forte  rete di collaborazione, da parte dei privati cittadini e anche da parte delle associazioni tutte che operano nel nostro territorio, assumendo e condividendo insieme l’impegno alla tutela della comunità, in un’ottica di porre al centro della vita quotidiana quell’idea di visione dell’ospedale bene comune, che ci permette di valorizzare le attività assistenziali a favore della cittadinanza”. Infine la Dott.ssa Catia Drudi, Responsabile dell’Ospedale di Santarcangelo, si è unita ai ringraziamenti nei riguardi dell’associazione e dei donatori, che hanno dato riscontro di grande vicinanza e fiducia alla sanità locale e ai nostri professionisti impegnati in prima linea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grazie al contributo della famiglia Zammarchi un nuovo ecografo al "Franchini" di Santarcangelo

RiminiToday è in caricamento