L'onorevole Giulia Sarti (M5S) condannata per diffamazione

La parlamentare ritenuta colpevole per un post su Facebook nel quale definiva un giornalista "sciacallo"

La parlamentare pentastellata riminese Giulia Sarti, al suo secondo mandato alla Camera, è stata condannata per  diffamazione nei confronti di un giornalista di un quotidiano di Rimini. La sentenza è stata emessa nel pomeriggio di lunedì dal giudice Monocratico Antonio Pelusi che, accogliendo le richieste del pubblico ministero Rovinelli, ha ritenuto colpevole l'onorevole e l'ha condannata a 1000 euro oltre al pagamento delle spese processuali con la sospensione della pena. Nel marzo del 2015 Il giornalista de Il Resto del Carlino Filippo Graziosi aveva scritto un articolo dal titolo:“La Sarti trova un tesoro alla Camera” in cui venivano analizzati i redditi dei politici riminesi. Nel pezzo, Graziosi aveva sottolineato che la busta paga dell’onorevole, da zero prima delle elezioni (nel 2013), era balzata a quasi 80mila euro all’anno. La Sarti si era sfogata in un post sulla propria pagina Facebook definendo il giornalist ‘sciacallo’ e assoggettato al potente di turno. In alcuni commenti a quel post (furono una cinquantina), si era arrivati anche a minacce di morte rivolte al giornalista. La Sarti, lunedì, era presente alla lettura della sentenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento