"Gruppo vacanze" con passaporti falsi, respinti alla frontiera dell'aeroporto

Quattro adulti e due minorenni intercettati dalla Polaria al "Federico Fellini" e rispediti nel loro Paese

E' andata male a un gruppo di armeni, con due minori al seguito, che hanno tentato di passare la frontiera con dei passaporti falsificati e dei permessi di soggiorno rubati. Gli stranieri, infatti, sono stati individuati dal personale della polizia di Frontiera di Rimini, in servizio all'aeroporto "Federico Fellini", e rispediti nel loro Paese. Secondo quanto emerso i 6 armeni, lo scorso 5 maggio, si erano imbarcati su un volo che, da Mosca, è arrivato in Riviera. La loro presenza era già stata segnalata al momento della partenza, in quanto cittadini extra Schengen, e una volta scesi dall'aereo sono stati subito intercettati dalla Polaria per un approfondito controllo dei documenti. Da questo è emerso che i passaporti erano stati abilmente falsificati e che i permessi di soggiorno esibiti erano il frutto di un furto di documenti in bianco messo a segno nel febbraio 2013 in Grecia. Alla luce di quanto emerso, il "gruppo vacanze" è stato respinto alla frontiera e reimbarcato sul primo volo per Mosca non prima, per quanto riguarda i maggiorenni, di essere denunciati per ricettazione e utilizzo di docmenti falsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento