menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardone nei bagni delle signore nel centro commerciale, arrestato dalla polizia

Preso per la terza volta il maniaco che, armato di cellulare, ama spiare le donne durante i loro bisogni fisiologici. A lanciare l'allarme è stata una ragazza 23enne che, terrorizzata, ha chiamato in aiuto gli addetti della sicurezza

Storia di ordinario voyeuismo quella andata in scena venerdì pomeriggio nel bagno delle signore del centro commerciale "Le Befane" dove la polizia, ha arrestato un guardone. A lanciare l'allarme è stata una ragazza 23enne che, andata alla toilette, si è accorta di una mano armata di telefonino che spuntava da sotto la parete divisoria dei servizi. Terrorizzata, si è risistemata in tutta fretta e, una volta uscita dal bagno, ha chiesto aiuto al personale della sicurezza interna. Le guardie private, insieme alla vittima, hanno iniziato a piantonare la porta d'ingresso delle toilette fino a quando, il guardone, è uscito dal bagno per andare a prendere un caffè al bar prima di tornare ad appostarsi in attesa delle signore che utilizzavano i servizi. 

Qui, gli addetti alla sicurezza intervenuti lo hanno pizzicato chiuso all’interno di un bagno e, a nulla, sono valse le scuse dell'uomo il quale sosteneva di aver sbagliato ingresso ma, una volta controllato il suo cellulare, dal telefonino sono usciti numerosi filmati tra cui anche quello che ritraeva la 23enne mentre espletava i suoi bisogni fisiologici. E' stato quindi chiesto l'intervento della polizia e, sul posto, sono arrivati gli agenti della Volante che hanno ammanettato il maniaco. A finire arrestato è stato un 48enne di Misano, arrestato per la terza volta per reati simili, il quale ha ammesso la propria dipendenza maniacale da situazioni del genere. La vittima, che si è poi riconosciuta in uno dei filmati girati dal guardone, è stata accompagnata in Questura per sporgere denuncia mentre il 48enne, che ha ammesso di aver fatto altri filmati in precedenti occasioni?, è statoprocessato per direttissima sabato mattina e il giudice ha disposto per lui gli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento