Guerra ai "furbetti" dei rifiuti, arrivano le Giacche Verdi

Stipulata la convenzione e il gruppo provinciale di Rimini lavorerà per contrastare l'abbandono dei rifiuti e il fenomeno delle discariche abusive

Rifiuti abbandonati (foto d'archivio)

 Il Comune di Riccione ha stipulato una convenzione con l'Associazione nazionale "Giacche Verdi" gruppo provinciale di Rimini per contrastare l'abbandono dei rifiuti, contrastare il fenomeno delle discariche abusive, salvaguardare l'ambiente e la salute dei cittadini, il controllo del giusto conferimento dei rifiuti e la tutela degli animali da affezione.

"Sarà una collaborazione importantissima per il Comune di Riccione e per i cittadini - ha detto l'assessore all'Ambiente, Lea Ermeti - si parte subito, con la firma della convenzione e si arriverà a fine anno. Il corpo volontari metterà a disposizione per lo svolgimento del servizio un numero adeguato di incaricati, e la vigilanza sarà organizzata sul territorio secondo le disposizioni del responsabile dell'area vigilanza del servizio di polizia locale nei limiti della attività di volontariato. La convenzione con l'associazione mira a tutelare l'ambiente ma anche a sensibilizzare e informare sul rispetto delle regole".

L'accordo

La convenzione prevede un corrispettivo forfettario per l'associazione di 2 mila euro per lo svolgimento di almeno due servizi settimanali da concordare con la polizia locale di Riccione. Il Comune di Riccione con questa convenzione quindi attiva una collaborazione strategica nell'ambito della vigilanza nel proprio territorio a salvaguardia dell'ambiente e di tutela degli animali attraverso interventi di protezione e di repressione. Gli operatori dell'associazione vigileranno anche nei parchi e nelle aree verdi contro l'abbandono dei rifiuti e la corretta conduzione dei cani. I volontari dell'associazione Giacche Verdi si sono inoltre resi disponibili a collaborare ad iniziative di educazione ambientale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il decoro urbano e la pulizia delle nostre vie, dei nostri parchi e di tutti i quartieri sono la priorità per questa amministrazione - ha concluso l'assessore - non solo perché in una città pulita si vive meglio, ma perché ciò è strettamente legato alla sicurezza stessa di un luogo. Il Comune di Riccione ha in elaborazione una seconda convenzione con le Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) e nel frattempo abbiamo chiesto e ottenuto da Hera l'attivazione delle Isole Ecologiche che si trovano in piazzale Neruda e nel parcheggio tra viale XIX Ottobre e via Panoramica, e sono a supporto della raccolta porta a porta. Chi è turista o di passaggio deve avere a disposizione delle zone dove gettare i rifiuti perché ciò che si trova pulito si deve lasciare pulito". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

  • Renzo Piano firma The Cube a Londra e l'edificio "parla" riminese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento