Cronaca

Rimini si mobilita: pronti 10 hotel per i migranti ucraini e al Gros la logistica per portare aiuti al confine

Alberghi pronti a mettere a disposizione camere e cucine. Attesi nelle prossime ore due pullman, già in viaggio dal confine con la Polonia, che porteranno decine di persone a Rimini

“Servono medicinali, torce, candele e fiammiferi”. Le volontarie continuano a ripeterlo a chiunque arrivi al Post Service di viale Tripoli, a Marina Centro, trasformato in un centro di raccolta umanitario a supporto del popolo ucraino. L’ufficio di corrispondenza ormai è stipato di materiale. Ed è un brulichio di persone pronte ad aiutare, tanti italiani, ucraini che vivono ormai qui da anni, ma anche moldavi e “nella giornata di domenica anche molti russi che risiedono a Rimini ci hanno portato materiale”. Eccola l’altra faccia della guerra, l’umanità delle persone. “I civili non centrano nulla, noi ci aiutiamo”, ripetono i volontari. Gli spazi non bastano più e allora per la raccolta del materiale, e l’invito è rivolto a tutte le associazioni, è quello di raggiungere un magazzino di via Coriano 58, all’interno del Gros, che è stato trasformato in hub di raccolta.

Dove portare gli aiuti

Alla logistica Zordex, nel blocco 34 C del Gros, c’è poca voglia di parlare e tanta voglia di lavorare. Ci sono una ventina di volontari, quasi tutti ucraini, impegnati a preparare gli scatoloni in attesa del camion che raggiungerà i confini tra Polonia e Ucraina. “Non chiediamo in questo momento vestiti e nemmeno cibo – raccontano alla Zordex -, piuttosto medicinali, cerotti, garze, candele”. E’ un continuo via vai di auto. Martedì o al più tardi mercoledì partirà da Rimini un grosso camion che consegnerà il materiale alla Novogovernmental “Narodna Samooborona” per entrare dalla Polonia attraverso il corridoio umanitario.

Guerra in Ucraina: Rimini al lavoro per portare gli aiuti al confine

A Rimini stanno arrivando anche i primi cittadini ucraini fuggiti dal conflitto. C’è chi è arrivato a Rimini in auto, chi ha affrontato il viaggio in treno. “Durante il fine settimana – racconta una volontaria al Zordex -, sono arrivate sei o sette famiglie. Per alcune è stato trovato un alloggio, altri hanno trovato a disposizione delle camere in hotel. Spesso si tratta di parenti o amici di persone che già da tempo vivono qui a Rimini. Sentiamo una grande solidarietà. E nei prossimi giorni sappiamo che arriveranno altre persone”.

Gli hotel aprono al popolo ucraino

Solo due giorni fa si erano svolti veloci incontri tra i dirigenti di Riviera Sicura e le associazioni ucraine operanti in Italia ed è bastato un appello agli associati per vedere una prima mobilitazione di albergatori pronti ad aprire hotel e cucine per dare rifugio a famiglie in fuga dalla guerra. Altre strutture alberghiere si sono improvvisate come temporanei centri di raccolta per generi alimentari, vestiario, farmaci destinati all'Ucraina e i primi carichi sono già partiti con i mezzi delle associazioni ucraine.

L'Hotel Villa Rinaldini, il Family Resort Barone, l'Hotel San Paolo, l'Hotel Bonaria, l'Hotel Olimpic, l'Hotel Magriv, l'Hotel Brenta, l'Hotel Suprem, l'Eurhotel, l'Hotel Haway sono le prime strutture che da subito hanno iniziato ad accogliere i profughi o a prestarsi quali centri di raccolta; e la lista è destinata a crescere significativamente in questi giorni.

“ La Riviera Romagnola – dice Giosuè Salomone, presidente di Riviera Sicura – non poteva rimanere ferma davanti a questa crisi umanitaria; questo territorio ha sempre avuto forti legami con il popolo ucraino e faremo tutto quanto nelle nostre possibilità per dare il nostro aiuto. Attendiamo due pullman, già in viaggio dal confine con la Polonia, che porteranno decine di persone a Rimini”.

Artem, uno dei volontari alla Zortex, continua a smistare ininterrottamente tutto il materiale alimentare. Latte con il latte. Uno scatolone di biscotti. Le scatolette di tonno. Tutto in ordine. “Non c’è tempo da perdere - racconta -, stiamo smistando tutte le tipologie di materiale in attesa dell’arrivo del camion”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini si mobilita: pronti 10 hotel per i migranti ucraini e al Gros la logistica per portare aiuti al confine
RiminiToday è in caricamento