Camionista ubriaco in autostrada prende a calci e pugni i poliziotti

I poliziotti, refertati al pronto soccorso di Forlì, hanno riportato lesioni giudicate guaribili in 4 e 5 giorni.

"Alticcio" alla guida di un mezzo pesante, al momento del controllo della PolStrada ha iniziato a correre scalzo intorno al camion nella piazzola di sosta, minacciando poi di lanciarsi contro il taffico. Non contento ha quindi aggredito il personale in divisa con calci e pugni. Protagonista in negativo dell'episodio, verificatosi sabato pomeriggio scorso, è stato un 41enne di nazionalità tunisina, residente nel milanese. L'autotrasportatore, al quale è stata ritirata la patente, è stato denunciato a piede libero per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza.

A chiedere l'intervento della Polizia Stradale sono stati alcuni automobilisti, che hanno segnalato in direzione Bologna, poco prima del casello di Rimini, un bilico procedere pericolosamente. Il mezzo è stato intercettando da una pattuglia della Sottosezione della PolStrada di Forlì, facendolo accostare in una piazzola di sosta all'altezza del casello di Rimini Sud. Alla vista dei poliziotti il conducente è apparso in stato d'ubriachezza. Nella cabina sono state trovate inoltre alcune bottiglia di birra vuote.

Fin da subito l'extracomunitario ha cercato di eludere il controllo all'etilometro, chiedendo ripetutamente agli agenti di lasciarlo andare perché una eventuale contravvenzione gli avrebbe causato problemi lavorativi. Quindi ha iniziato a correre scalzo (avendo perso le ciabatte) intorno al camion, minacciando di buttarsi contro il traffico. A questo punto gli agenti lo hanno bloccato per evitare ulteriore pericoli per sé e per gli automobilisti. Ma sono stati colpiti con calci e pugni (uno degli agenti era una donna).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine sono riusciti comunque a bloccarlo, chiedendo l'intervento di altri colleghi in quanto entrambi hanno riportato nella circostanza delle lesioni. Sono così giunte due pattuglie, una di Riccione ed una di Polizia Giudiziaria di Rimini. Portato al comando per le formalità di rito, è stato denunciato a piede libero per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e per guida in stato di ebbrezza. Si è provveduto al ritiro della patente, mentre il veicolo è stato affidato al deposito Aci. I poliziotti, refertati al pronto soccorso di Forlì, hanno riportato lesioni giudicate guaribili in 4 e 5 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento