Cronaca

Guidatori distratti dagli smartphone, due i decessi registrati a Rimini

A certificarlo è l'Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione secondo i dati del 2015

Smartphone, ipad e navigatori sono i "responsabili" di un quarto degli incidenti in Emilia-Romagna. E di oltre il 20% delle morti su strada. A certificarlo è l'Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione che, insieme all'Ufficio statistica di viale Aldo Moro, ha elaborato gli ultimi dati Istat disponibili relativi al 2015. E così emerge che sui 17.385 incidenti stradali avvenuti l'anno scorso, il 24,8% (cioè 4.316) sono stati causati dalla distrazione dovuta all''utilizzo della tecnologia alla guida. I morti sono stati 72 (su un complesso di 326, il 22%) e i feriti 5.779 (sui quasi 23.800 in totale, il 24%). A livello provinciale, la situazione più problematica è a Modena con 946 incidenti per distrazione (il 32,6% del totale), seguita da Ravenna (30,5%), Parma (29,4%), Ferrara (25,4%) e Forlì-Cesena (24,6%). Sotto la media regionale, invece, sono i territori di Piacenza e Bologna (poco più del 20%), Reggio Emilia e Rimini (19,6%). Per quanto riguarda le morti per distrazione alla guida, invece, la maggior parte si è registrata a Reggio Emilia (11), Ferrara, Parma e Ravenna (10), Forlì-Cesena e Modena (8), Bologna (7) e Piacenza (6). Due i decessi a Rimini. Si tratta di numeri che "fotografano una situazione in crescita", lancia l'allarme il presidente dell'osservatorio Sorbi.
(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidatori distratti dagli smartphone, due i decessi registrati a Rimini

RiminiToday è in caricamento