rotate-mobile
Cronaca Riccione

Un "gioiello" al posto del vecchio Casablanca, apre i battenti un nuova e accogliente luxury house

Il concept della struttura ha previsto la riduzione del numero delle unità abitative: si va dai 40 metri quadrati con due camere da letto ai 70 metri quadrati con tre camere da letto. Nove le unità disponibili

Concetta e Giovanni Leva - entrambi molisani - Riccione se la portavano dentro. E così un giorno, per caso, danno vita a un progetto virtuoso per la riqualificazione di uno hotel storico: il Casablanca. Da lì è sorto l’Elegance Riccione, residenza turistico-alberghiera di pregio nel cuore della città e lungo uno dei viali più celebri della Perla Verde: viale Cesare Battisti. Elegance sarà inaugurato giovedì (14 luglio), con un aperitivo di benvenuto dalle 18 alle 22. Il taglio del nastro proprio nell’anno in cui Riccione festeggia il suo Centenario: un avvenimento tanto importante quanto significativo per chi vive in Riviera e non solo.

Una favola a lieto fine

“La favola dell’Elegance è una fiaba a lieto fine. Io e mia moglie abbiamo sempre frequentato Riccione - spiega l’ingegner Giovanni Leva - prima da ragazzi quindi da coniugi e genitori e consideravamo la città quale tappa di mezzo nei nostri trasferimenti verso il Nord Italia. Da qui la decisione di acquistare un bilocale per una sistemazione più comoda e confortevole. Entrati in agenzia, dai vari bilocali proposti siamo passati a osservare un po’ più da vicino questa struttura appassionandoci a quella potenzialità che poteva prevedere un progetto di ristrutturazione. Lì è nata l’idea di realizzare il nostro appartamento assieme ad altre unità immobiliari collocabili nel segmento luxury dell’ospitalità alberghiera quale Rta di pregio. Contattata la proprietà e conclusa la trattativa commerciale si è attivato l’intero percorso per la trasformazione dell’edificio utilizzando, per quanto possibile, la manodopera e le figure di alta specializzazione a livello locale. Ho voluto al mio fianco tecnici riccionesi proprio perché potessero aiutarmi nella conoscenza degli indicatori progettuali correlati all’area, considerato il prestigio del viale sul quale ci affacciamo: viale Cesare Battisti”.

Elegance Riccione

Elegance Riccione si propone nel segmento delle Rta di nicchia per il turismo d’alta fascia: il concept ha previsto la riduzione del numero delle unità abitative - si va dai 40 metri quadrati con due camere da letto ai 70 metri quadrati con tre camere da letto; 9 quelle disponibili, con un bagno privato per ogni camera da letto - aumentando, al contempo, la superficie dei singoli appartamenti: ambienti luminosi, gradevoli, raffinati ed esclusivi che ricordano in tutto e per tutto la propria casa ma “trasferita” in un contesto di pura vacanza e relax.

Elegance Riccione dispone di 4 unità immobiliari al piano terra e di 2 unità immobiliari per i tre piani fuori terra (una delle quali riservata alla Famiglia Leva). I lavori di ristrutturazione e riqualificazione sono stati eseguiti nel pieno rispetto dei canoni urbanistici e dell’opera: non si è proceduto con la demolizione e la ricostruzione dell’edificio - qui sorgeva un villino in stile Liberty poi divenuto, nel corso degli anni, albergo e tale è rimasto fino alla chiusura dell’Hotel Casablanca - in quanto l’originalità filologica e storica andavano preservate.

Impianti avveniristici ed energie rinnovabili

A un significativo miglioramento sotto il profilo della sicurezza anti-sismica, è seguito l’intervento volto a innalzare la classe energetica - ora Elegance è in Classe A - grazie ad azioni specifiche sull’involucro dell’immobile, la copertura, i pavimenti, gli infissi (tripli vetri) e l’impiantistica: il condizionamento degli appartamenti è studiato con una modalità di raffrescamento dolce, assolutamente non invasiva. Tutti i servizi vengono comandati tramite modernissimi sistemi di gestione alimentati dall’energia elettrica: sulla copertura dell’Elegance è presente un impianto della potenza di 22 Kilowatt che punta a coprire il 60% del fabbisogno energetico dell’intero fabbricato”.

Lo stile architettonico esterno e interno

All’esterno si è mantenuto lo stile architettonico originario - tra il Liberty e il Neoclassico - valorizzando la “purezza” delle linee essenziali, mentre all’interno prevale uno stile più moderno che rispetta comunque il tema neoclassico dell’edificio così come fu concepito. Nelle finiture degli appartamenti si è optato da un lato per arredamenti e soluzioni di matrice classica e dall’altro per componenti un po’ più “smart”. I materiali delle superfici d’uso sono totalmente lavabili e con caratteristiche eco-compatibili; la domotica che regola la gestione degli impianti è stata progettata ad hoc e rende possibile la governance anche da remoto (vedi, ad esempio, accensione e spegnimento).

Il giardino

In controtendenza rispetto alla strutture turistico-alberghiere che vedono la piscina esterna come elemento di forte attrattività, la proprietà ha deciso di destinare questa porzione dell’area antistante l’edificio - impreziosita da molteplici essenze e alberi quasi secolari - a spazio total relax: lettura, conversazione, riposo. Da vivere in assoluta tranquillità. Lontani dalla “parte un po’ più caotica” della città, sposando la vocazione a verde e ombreggiature naturali di viale Cesare Battisti.

CONCETTA (a destra) e GIOVANNI (a sinistra) LEVA-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un "gioiello" al posto del vecchio Casablanca, apre i battenti un nuova e accogliente luxury house

RiminiToday è in caricamento