I carabinieri docenti d'eccezione per gli alunni della media "Panzini"

Consegnando il calendario storico dell’Arma, illustrando l’organizzazione dell’Arma dei Carabinieri e le modalità con cui l’Arma opera quotidianamente sul territorio

Proseguono gli incontri tra i Carabinieri e gli studenti nell’ambito dell’ormai consolidato progetto di diffusione tra i giovani della cultura della legalità portato avanti dall’Arma dei Carabinieri in collaborazione con gli Istituti Scolastici presenti sul territorio e che prevede una serie di lezioni, visite presso i reparti e dimostrazioni del personale specializzato al fine di avvicinare i più giovani al mondo della legalità. Negli ultimi giorni il Comandante della Stazione Carabinieri di Bellaria Igea Marina, Luogotenente Antonio Amato, ha consegnato ai giovani studenti della scuola elementare Ferrarin il calendario 2018 “non solo smartphone”, un calendario dedicato ai giovanissimi che racconta in forma ironica, semplice e simpatica l’operato quotidiano dei Carabinieri. Nelle pagine del calendario vengono raffigurati militari di ogni ordine e grado dell’Arma intenti a giocare con i più giovani. La scelta di tale argomento è chiara: in una società come quella attuale, in cui lo smartphone e, più in generale, il mondo virtuale rappresentano la quotidianità, soprattutto per i più giovani, il calendario vuole invitare i ragazzi a riconquistare il mondo reale, esortandoli al contatto con l’ambiente e con i propri coetanei, apprezzando il valore di un’attività all’area aperta, il tutto sotto la costante e rassicurante presenza dell’Arma.

Analoga iniziativa è stata svolta questa mattina presso la scuola media Panzini ove il Comandante della Compagnia Carabinieri di Rimini, Capitano Sabato Landi, unitamente al Luogotenente Antonio Amato, ha incontrato i giovani studenti, consegnando loro il calendario storico dell’Arma, illustrando l’organizzazione dell’Arma dei Carabinieri e le modalità con cui l’Arma opera quotidianamente sul territorio. Dopo aver inquadrato il concetto di legalità nella società moderna, ci si è soffermati su argomenti di particolare delicatezza ed attualità quali il bullismo, il cyberbullismo e la circolazione stradale, dedicando particolare attenzione al mondo di internet e dei vari social network, strumenti sempre più diffusi anche tra i più piccoli. Agli studenti, che da subito si sono dimostrati entusiasti dell’iniziativa partecipandovi attivamente e ponendo numerose domande ai relatori, sono stati altresì mostrati dei filmati tratti da documentari e da telegiornali al fine di meglio sedimentare quanto loro spiegato. L’Arma dei Carabinieri, d’intesa con gli istituti scolastici, darà seguito per tutto l’anno scolastico a tali iniziative in tema di cultura della legalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento