I Ci.Vi.Vo a servizio della comunità anziana: la Giunta approva il progetto per partecipare al bando 2015

Aiutare gli anziani in condizione di fragilità e disagio tramite il processo partecipativo dei volontari della rete Ci.Vi.Vo (civivo, vicino, volontario) del Comune di Rimini. Una sperimentazione per allargare l’ opera di volontariato dei comitati sul territorio, anche alla sfera relazionale dei nostri anziani più esposti a solitudine e fragilità.

Aiutare gli anziani in condizione di fragilità e disagio tramite il processo partecipativo dei volontari della rete Ci.Vi.Vo (civivo, vicino, volontario) del Comune di Rimini. Una sperimentazione per allargare l’ opera di volontariato dei comitati sul territorio, anche alla sfera relazionale dei nostri anziani più esposti a solitudine e fragilità. Questo il cuore del progetto “Se ci.vi.vo sono meno fragile. Percorso partecipativo a supporto degli anziani fragili”, approvato dalla Giunta del Comune di Rimini per la partecipazione al bando regionale  per la concessione di contributi agli enti locali in processi di partecipazione.
Il costo stimato del progetto è di 24 mila euro, per il quale il Comune di Rimini ha già previsto la propria quota di compartecipazione.

Si tratta di creare dei presidi territoriali che facciano da cerniera tra il welfare locale e i comitati di volontari nei quartieri, potenziando la conoscenza dei territori e i loro bisogni. La logica è quella che ha caratterizzato l'impostazione dei servizi negli ultimi anni, quella dell'empowerment, del potenziamento delle autonomie e delle potenzialità individuali, puntando sulla partecipazione piuttosto che sull'assistenzialismo vecchia maniera.
 
“Si tratta di un progetto innovativo – è il commento di Gloria Lisi, Vicesindaco con delega alla  protezione  sociale del Comune di Rimini – sul quale puntiamo in maniera decisa. Ci sembra importante che una realtà così avviata e importante come quella dei civivo possa interagire con le strutture del welfare locale per aumentare l'impatto relazionale dei servizi e la conoscenza stessa degli anziani più in difficoltà sul territorio. Speriamo che la Regione Emilia Romagna colga questo potenziale e ci aiuti a realizzare le azioni in programma, per le quali abbiamo già approvato la nostra eventuale quota di compartecipazione. Un servizio della collettività per la collettività che potrebbe aprire anche altre sperimentazioni simili in materia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento