Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

I genitori di Bellaria: "Piedibus è il 'mezzo' più sicuro ed ecologico per andare a scuola"

L'idea di implementare il servizio per evitare gli assembramenti dei genitori fuori le scuole e, per la forte valenza sociale, permettere ai bambini di condividere un momento di gioco e di educazione

La scuola risente, forse più di ogni altro settore, delle conseguenze della pandemia da coronavirus: alle preoccupazioni per la salute dei bambini e per il loro ruolo come portatori del virus, si associano le continue modifiche delle indicazioni ministeriali, nonché la necessità di nuove direttive da parte degli istituti affinché gli ingressi e le uscite siano effettuati in sicurezza e l’organizzazione familiare non risenta troppo negativamente dell’avvio. Ma il Piedibus, il progetto di accompagnamento a piedi nel percorso casa scuola casa, portato avanti dal Comitato Genitori di Bellaria da circa 10 anni, non si ferma e anzi potrebbe rivelarsi un’ottima soluzione proprio per questo momento. Infatti non solo apporta benefici – già conosciuti – per ambiente e salute, ma evita gli assembramenti dei genitori fuori le scuole e, per la forte valenza sociale, permette ai bambini di condividere un momento di gioco e di educazione, pur mantenendo il distanziamento.
 
"E’ questo l’invito che lanciamo a tutti - spiega il Comitato Genitori - scegliamo il piedibus per agevolare una mobilità più sostenibile, a beneficio della salute specialmente in tempo di Covid". Questo il messaggio lanciato per chiedere la collaborazione degli insegnanti delle scuole primarie della città per la distribuzione dei moduli a tutte le famiglie per raccogliere le adesioni al piedibus. Ormai storico progetto per Bellaria Igea Marina che permette di percorrere a piedi il tragitto da casa a scuola a gruppi di bambini della primaria della città, accompagnati da adulti volontari, e per questo ha necessità di consolidarsi ulteriormente e trasformarsi in una valida alternativa al singolo spostamento in auto.
La situazione sanitaria che stiamo vivendo ci obbliga ad incentivare forme alternative di mobilità per raggiungere i plessi scolastici, alternativa al bus per motivi di distanziamento, e alla stessa automobile per ridurre il traffico veicolare nei pressi delle scuole attualmente invase dalle macchina con una cattiva qualità dell’aria.

Ovviamente, all’adesione crescente dovrà corrispondere una maggiore disponibilità degli adulti a diventare volontari accompagnatori,’ una disponibilità limitata alle loro esigenze e non un impegno necessariamente quotidiano, anche solo per presidiare punti di raccolta e brevi tragitti, così da contribuire fattivamente alla piena attivazione del progetto, portato avanti finora da un gruppo ridotto di volontari ai quali va la nostra incondizionata gratitudine.   Il Piedibus è dunque in cerca di nuovi rinforzi per crescere in un momento così delicato e riserverà sorprese e riconoscimenti ai chi vorrà farne parte. Per comunicare la propria disponibilità contattare il coordinatore del progetto al 3496028245
 
Il Comitato Genitori sta predisponendo un form online in un sito apposito, in costruzione, (piedibusbellariaigeamarina.it) dove trovare sia il modulo di adesione ma anche mappe, linee e fermate delle scuole saranno consultabili nel suddetto sito; gli incontri esplicativi per bambini e adulti saranno sostituiti da video dimostrativi, alcuni giocosi e accattivanti. Una galleria foto e video permetterà di vedere una selezione degli scatti degli scorsi anni. Per venire incontro alle scuole che effettueranno orari scaglionati, i volontari si stanno organizzando con linee più brevi e più frequenti. Durante il piedibus, i bambini (i cui genitori avranno aderito, tramite form, all’obbligo di non mandare i figli a scuola in caso di temperatura oltre i 37,5° e sintomi influenzali) utilizzeranno una corda tarata, su cui i bambini poggeranno le mani, per mantenere la distanza di sicurezza di un metro: la corda verrà pulita con igienizzante dopo ogni utilizzo. Gli accompagnatori indosseranno le mascherine: non essendo previsto l’obbligo in spazi aperti e con distanza di 1 metro, i bambini potranno non indossarla.

Tra le proposte di quest’anno, inoltre, potrebbe essere l’effettuazione della street school - ovvero l’interruzione al traffico veicolare del tratto di strada fuori la scuola, nei 15 minuti di ingresso e di uscita. Solo poche decine di metri, su una corsia, che farebbero la differenza per la sicurezza dei bambini. I tratti coinvolti verranno concordati con la Polizia Municipale e con gli Istituti, per non gravare sul transito automobilistico quotidiano per andare incontro alle esigenze dei genitori, verranno rafforzati le fermate del Piedibus. "Per tale scopo - prosegue il Comitato Genitori - proporremo il progetto di “riqualificazione della segnaletica verticale ed orizzontale su tutte le strade comunali della città di Bellaria Igea Marina”. "I dintorni delle scuole sono tra le zone che più hanno bisogno di questo tipo di lavori per la sicurezza dei bambini: strisce pedonali e segnalazioni di attraversamenti. Il Comitato avanzerà richiesta presso l’amministrazione comunale per attivare una serie di lavori per rendere i tragitti piedi bus percorsi sicuri con segnaletica dedicata, rifacimento della pavimentazione e abbattimento barriere architettoniche. I bambini  che usufruiranno del Piedibus si faranno trovare alla fermata per loro più comoda. Per il viaggio di ritorno i bambini dovranno concentrarsi, all’uscita dalle proprie classi, presso il punto di raccolta all’interno della scuola debitamente evidenziato. Gli accompagnatori verificheranno il gruppo del ritorno, in base alla composizione del gruppo dell’andata. Sarà cura dei genitori o dei bambini stessi comunicare la partecipazione nello stesso giorno ad uno solo dei due viaggi".

Il Piedibus presterà servizio con qualsiasi tempo, rispettando il calendario scolastico. Non presterà servizio nei giorni in cui siano previsti scioperi e le lezioni non siano garantite (in questi casi la scuola si premura sempre di avvisare le famiglie), o in particolari condizioni previo avviso per tempo da parte dei responsabili del servizio Piedibus.
Il servizio è completamente gratuito e i genitori accompagnatori prestano la loro opera a titolo di volontariato.
E’ importante che i bambini che utilizzeranno il Piedibus siano consapevoli che ciò costituisce un piccolo privilegio e che se non si comporteranno in maniera responsabile, mettendo a rischio la propria sicurezza e quella dei compagni, potranno essere esclusi dal servizio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I genitori di Bellaria: "Piedibus è il 'mezzo' più sicuro ed ecologico per andare a scuola"

RiminiToday è in caricamento