menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I giostrai si allacciano alla rete elettrica pubblica, scoperti dalla Municipale

I caravan di alcuni operatori del Luna Park "succhiavano" l'elettricità tramite una centralina irregolare

Controlli della Polizia Locale di Riccione per alcuni allacci di fornitura di energia elettrica risultati irregolari. Ieri mattina addetti della società Enel con gli agenti della Polizia Locale hanno controllato un terreno privato adiacente a viale Vespucci dove sono parcheggiati i caravan di alcuni operatori del Luna Park, per il rinvenimento di una centralina irregolare, posta quindi sotto sequestro. La segnalazione infatti è partita dalla società che eroga l'energia elettrica e una volta sul posto, i tecnici hanno verificato che la centralina in questione oltre ad essere stata posta direttamente sul palo Enel e allacciata al cavo principale non risulta conforme a quelli distribuiti dal gestore in questione sul territorio. Dalla centralina poi, come verificato dalla Polizia Locale di Riccione, partivano tutta una serie di cavi elettrici collegati a diversi caravan parcheggiati sul terreno privato, e regolarmente utilizzato con contratto di affitto, per lo stazionamento dei mezzi abitativi per i gestori delle strutture del Luna Park.

Gli agenti seguendo quindi la complessa diramazione di fili elettrici, alcuni dei quali anche sotterrati da anni, tanto che diversi tratti si trovano ricoperti dall'asfalto, sono giunti ad identificare i mezzi ai quali la corrente elettrica arrivava in maniera abusiva. Stando ai primi accertamenti, ma l'indagine è ancora in corso da parte della Polizia Locale, almeno una decina i mezzi sarebbero stati collegati tramite la centralina abusiva direttamente al palo dell'elettricità.  Nei prossimi giorni, agenti e tecnici Enel verificheranno le varie posizioni dei possessore dei caravan (alcuni infatti risultato regolari titolari di contratto di fornitura con la società elettrica e in regola con i pagamenti) che allo stato non uscendo in strada anni sono privi di targa di circolazione. Una eventuale denuncia sarà quindi presentata per il reato di furto di energia elettrica. La polizia locale ha quindi provveduto a sequestrare la centralina abusiva, alcuni cavi e attrezzi utilizzati per la sistemazione degli allacci. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Cura della persona

Soap brows, la nuova tendenza per sopracciglia perfette

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento