I notai riminesi sottoscrivono il Protocollo della Legalità

Tutto come previsto. Mercoledì la firma del notaio Rosa Menale, neo presidente dei Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Forlì-Rimini, ha ufficialmente chiuso la rosa dei sottoscrittori del Protocollo della Legalità

Tutto come previsto. Mercoledì la firma del notaio Rosa Menale, neo presidente dei Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Forlì-Rimini, ha ufficialmente chiuso la rosa dei sottoscrittori del Protocollo della Legalità, fortemente voluto dal Prefetto Claudio Palomba con l’obiettivo di monitorare il settore alberghiero (1200 alberghi solo nella città di Rimini, a cui se ne aggiungono altri 2400 sul territorio della provincia).

Sottolinea il Prefetto: "I notai sono fondamentali nel sistema di rete che abbiamo attivato per il monitoraggio del settore alberghiero: dalle nuove aperture, alle compravendite ai sub ingressi o altre variazioni delle strutture. Così come lo saranno via via per il setaccio che ci accingiamo a fare sugli altri settori, dagli esercizi commerciali, alle sale giochi, alla grande distribuzione organizzata. I notai, insomma, sono parte nevralgica del sistema di piena collaborazione istituzionale attivata con questo Protocollo, con il proposito di dare circolarità alle informazioni, per fare un buon lavoro di prevenzione sul territorio. Ed è importante, appunto, che ci sia continuità tra la prevenzione amministrativa e la prevenzione giudiziaria".

Osserva il notaio Rosa Menale: "Siamo ovviamente a fianco del Prefetto nell’azione di monitoraggio delle transazioni di aziende sul territorio che si vuole rafforzare grazie a questo ‘Protocollo della Legalità’. Il notaio, in quanto pubblico ufficiale, è sempre stato e continuerà a essere dalla parte della legalità. Quanto al monitoraggio delle operazioni sospette, desidero ricordare che gli ultimi dati disponibili collocano i notai italiani al primo posto tra i professionisti e gli intermediari non finanziari, per numero di segnalazioni effettuate. E tra queste - vale la pena rimarcarlo - sono comprese quelle dei notai riminesi, accentrate anonimamente attraverso il Consiglio Nazionale del Notariato".

Il Protocollo della Legalità, insieme ai notai, è stato sottoscritto dai Comuni della Riviera insieme alla Provincia, agli Ordini Professionali (ingegneri, architetti e commercialisti), l’Associazione Albergatori e Federalberghi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento