rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Centro / Via Ducale

I residenti del rione Clodio: "Terzo Natale in mezzo al traffico e allo smog"

Gli abitanti devono fare i conti con le modifiche alla viabilità che hanno trasformato la stradina nel cuore della città in un'arteria di passaggio obbligato per chi da monte vuole andare verso mare

"I residenti del Rione Clodio via Ducale ringraziano l’Amministrazione Comunale in carica e la precedente per averci regalato il terzo Natale con un traffico insopportabile sotto casa, che provoca danni alla nostra salute per le polveri sottili che siamo costretti a respirare e per l’inquinamento acustico elevatissimo". Inizia così il comunicato dei cittadini del quartiere del centro storico di Rimini che, da tre anni, devono fare i conti con le modifiche alla viabilità che hanno trasformato la stradina nel cuore della città in un'arteria di passaggio obbligato per chi da monte vuole andare verso mare. Una querelle che si trascina da tempo e che vede i residenti puntare il dito contro la passata amministrazione Gnassi, che ha attuato le modifiche, a quella attuale di Sadegholvaad "colpevole" di non aver mantenuto le promesse di trovare soluzioni alternative. "Facciamo presente a tutti i riminesi - spiegano dal comitato - che l’impegno del Comune e dell’attuale Sindaco prevedevano che il transito su via Ducale sarebbe stato “un by pass temporaneo fino alla Pasqua 2020”. A questo punto appare chiaro che la decisione di chiudere il Ponte di Tiberio e piazza Malatesta è stata presa sacrificando in modo consapevole il Rione Clodio a tempo indeterminato, non avendo valutato preventivamente in modo appropriato l’impatto sulla viabilità cittadina di questa riorganizzazione. La soluzione più volte paventata di viabilità ad anello in senso antiorario intorno al centro storico, non aveva evidentemente una solidità basata su rilevazioni approfondite dei flussi di traffico, per  cui l’Amministrazione ha scelto deliberatamente di continuare a penalizzare il Rione Clodio costi quello che  costi, in palese contrasto con i ripetuti proclami ambientalisti che secondo i nostri Amministratori ispirano  la loro attività. Ricordiamo infine agli Assessori Frisoni e Morolli che nell’incontro dello scorso 25 novembre avevamo chiesto una estensione della Ztl per 8 ore durante il giorno. Gli Assessori si erano impegnati a portare la richiesta al Sindaco, purtroppo ad oggi, nonostante una Pec di sollecito, non abbiamo ricevuto alcuna risposta". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I residenti del rione Clodio: "Terzo Natale in mezzo al traffico e allo smog"

RiminiToday è in caricamento