I taxisti bolognesi si organizzano per aiutare la Fondazione Marco Simoncelli

Paolo Simoncelli in visita alla sede di Cotabo tra i taxi con le immagini del Sic per dare visibilità alla raccolta fondi per la realizzazione di un centro diurno per ragazzi disabili

La collaborazione tra Cotabo, tra le principali cooperative di tassisti in Italia, e la Fondazione Marco Simoncelli è nata dalla passione di alcuni tassisti che hanno chiesto alla loro cooperativa di fare qualcosa per ricordare il campione di motociclismo originario di Coriano di Rimini. Il rapporto si è sviluppato nei mesi scorsi e si è consolidato con la visita di Paolo Simoncelli, il papà del Sic, alla sede di Cotabo. Ad accogliere Paolo Simoncelli una decina di “auto bianche” con esposte le immagini del Sic e delle attività della fondazione a lui intitolata. Attualmente sono circa venti i taxi che hanno scelto di “indossare” il 58: il numero è destinato a crescere perché altri tassisti, volontariamente, potranno scegliere di esporre sulla propria auto l’immagine del Sic per dare visibilità alla fondazione che è impegnata, tra gli altri progetti, nella realizzazione di un centro diurno per ragazzi disabili. L’innovativo centro nascerà dal recupero della Ex Casa vacanze Santa Marta, tra Coriano e Riccione. Si tratta di un progetto che, assieme ad altri, sarà finanziato anche con i fondi del 5 per mille devoluti dai contribuenti alla Fondazione Simoncelli: una opportunità che Cotabo promuove attraverso la pubblicazione dei dati della Fondazione Simoncelli sul retro delle ricevute che vengono rilasciate dai tassisti soci.

Abbiamo risposto alla richiesta fatta da alcuni nostri soci di ricordare Simoncellispiega Marco Benni, direttore generale di CotaboDopo un primo incontro  con Paolo Simoncelli, siamo partiti con il pubblicizzare le attività della Fondazione Simoncelli con le ricevute che ogni giorno vengono rilasciate dai nostri tassisti. Nella nostra sede stiamo raccogliendo fondi con la vendita di adesivi e ora abbiamo dato inizio a questa iniziativa di grande visibilità che speriamo faccia crescere il supporto dei bolognesi alla Fondazione Simoncelli.  Voglio cogliere l’occasione, a nome di tutti i tassisti bolognesi, per ringraziare Paolo Simoncelli e il personale della Fondazione che hanno accolto subito la nostra disponibilità. Siamo una cooperativa e la solidarietà è parte integrante della nostra idea di impresa, in più siamo veramente onorati di poter contribuire in questo modo a ricordare Marco Simoncelli, un grande campione e una grande persona” 

Paolo Simoncelli si è intrattenuto con i vertici della cooperativa e con alcuni tassisti-fan di Marco. “Ho deciso di venire per esprimervi personalmente il mio apprezzamento per quello che state facendo – ha detto Paolo Simoncelli – Anche grazie al vostro sostegno porteremo a compimento un progetto al quale Marco teneva in maniera particolare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento