rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

I verdi al fianco della Fondazione cetacea di Riccione: "Sgombero sede senza garanzia"

L'appello della consigliera Zamboni: "La Regione intervenga con urgenza per fare chiarezza su questa situazione"

Lo sgombero, "ordinato dal Comune di Riccione", in provincia di Rimini, dei locali da anni occupati dalla Fondazione Cetacea, "senza nessuna garanzia sulla nuova sede, mette a rischio la sopravvivenza stessa della Fondazione e delle nove tartarughe marine attualmente ospitate nella struttura". La capogruppo dei Verdi in Regione Silvia Zamboni interviene venerdì sulla diatriba in corso nella Perla Verde, sottolineando come sia "inaccettabile che al personale non sia garantito l'accesso alla sede per proseguire le attività di cura".

La proposta di Riccione: nuova sede nell'ex delfinario di Rimini

La nuova sede, aggiunge, "oltre ai tempi lunghi di assegnazione, è stata giudicata strutturalmente inadeguata ad ospitare le attività della Fondazione". Ma non solo i dirigenti dell'ente proprietario dell'ipotizzata nuova sede "non sarebbero mai stati contattati e informati del possibile trasferimento".

Riccione bussa in Regione

Zamboni chiede alla Regione di "intervenire con urgenza per fare chiarezza sulla situazione creata dall'ordinanza di sgombero, così da garantire la tutela degli animali e consentire il proseguimento della meritoria attività della Fondazione". I Verdi, aggiunge, non tralasceranno "alcuno strumento possibile d'intervento per sostenere la Fondazione, un fiore all'occhiello della nostra regione".

(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I verdi al fianco della Fondazione cetacea di Riccione: "Sgombero sede senza garanzia"

RiminiToday è in caricamento