I vigili cercano di rimuovere un furgone, si scatena il parapiglia tra vicini

I proprietari, infuriati, si erano convinti che a fare la spia fossero i residenti della loro stessa strada

E' stato necessario l'intervento di tre pattuglie dei carabinieri per riportare la calma a Cattolica, nella mattinata di venerdì, a causa della rimozione di un furgone sprovvisto di assicurazione. Tutto è iniziato verso le 10 in via Fleming quando una pattuglia della Municipale, che stava percorrendo la strada, si è accorta che un furgone in sosta era privo della copertura assicurativa. Come da prassi, una volta accertata l'infrazione è stato chiesto l'arrivo del carro attrezzi per rimuoverlo. In quel momento, da un'abitazione poco lontano, sono arrivati i prorpietari, padre e figlio, che hanno iniziato a inscenare una sceneggiata. Urla e strepiti, accompagnati da una serie di "maledizioni", nei confronti dei vicini di casa "accusati" di aver fatto la spia e chiamato i vigili. I due uomini, venditori ambulanti, proprio non ne volevano sapere della rimozione del furgone e, quando uno dei vicini tirato in causa è uscito dalla propria abitazione, gli sono saltati addosso riempiendolo di calci e pugni tanto da doverlo poi costringere a recarsi al pronto soccorso. Non contenti, se la sono presa anche con un'anziana, minacciandola di darle fuoco, fino a quando sono accorse le gazzelle dell'Arma, chiamate dagli agenti della Municipale, a rimettere la pace. Il ferito è stato portato in pronto soccorso da un'ambulanza del 118, poi dimesso con una prognosi di 7 giorni, e tutti i presenti sono stati identificati dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento