rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Montescudo

I vigili del fuoco intervengono per un incendio e trovano un cadavere carbonizzato

La macabra scoperta nella mattinata di martedì nel territorio del comune di Montescudo, le indagini dei carabinieri per ricostruire quanto accaduto

C'è, con tutta probabilità, un gesto volontario dietro la macabra scoperta dei vigili del fuoco di Rimini che intervenuti per spegnere un rogo hanno trovato un cadavere carbonizzato. L'allarme è scattato intorno alle 10 di martedì quando, da un capanno adiacente a un'abitazione di Montescudo, è stato segnalato un incendio. Tra i primi ad accorgersi di quanto stava accadendo gli agenti di una pattuglia della Polizia civile di San Marino: il luogo da dove si stavano levando le fiamme, infatti, è a cavallo tra l'Italia e la Repubblica del Titano. Sul posto sono accorsi due automezzi del 115 coi vigili del fuoco che hanno iniziato le operazioni di spegnimento della rimessa attigua all'abitazione. Operazioni rese non facili dalla presenza di bombole di gas, che rischiavano di esplodere per il calore, e il crollo del tetto. Una volta domate le fiamme, tra le rovine del tetto è stato trovato il cadavere carbonizzato del padrone di casa: un 47enne dipendente di un'azienda sammarinese. Nella villetta sono accorsi i carabinieri di Montescudo ed è stato chiesto l'intervento del medico legale. Gli accertamenti sulla dinamica hanno fatto emergere come la vittima avrebbe aperto le bombole per poi incendiare il gas.

Trovato cadavere carbonizzato nel rogo del capanno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vigili del fuoco intervengono per un incendio e trovano un cadavere carbonizzato

RiminiToday è in caricamento