Il Comune di Rimini utilizza le coccinelle per combattere gli afidi

Sono circa 300 i tigli delle vie Costantinopoli, Mantegazza, Madonna della Scala e Morri, le bellissime alberature soggette in questo periodo all’attacco di questi insetti meglio conosciuti come “pidocchi delle piante”

Prende avvio domani il programma di azioni strategiche per il controllo degli afidi promosso da Comune di Rimini e Anthea. Sono circa 300 i tigli delle vie Costantinopoli, Mantegazza, Madonna della Scala e Morri, le bellissime alberature soggette in questo periodo all’attacco di questi insetti meglio conosciuti come “pidocchi delle piante”, che saranno trattati in questo primo lotto. I tigli infatti come gran parte delle piante ornamentali sono facilmente soggetti ad essere infestati in questo periodo stagionale dagli afidi, che si nutrono della linfa delle foglie e producono una infinita quantità di melata, il liquido zuccherino ed appiccicoso capace di sporcare pavimenti, macchine parcheggiate e recinzioni private.

Comune di Rimini e Anthea hanno quindi deciso di attivare un programma di lotta biologica agli afidi - in totale l’intero intervento riguarderà un migliaio di piante - ma senza ricorrere all'utilizzo di insetticidi che avrebbero un significativo impatto ambientale specie sulle api o altri insetti impollinatori utili. Per questo saranno utilizzate le coccinelle, naturali predatici naturali di afidi, che saranno lanciate sulle alberature. Previsti anche trattamenti con prodotti non insetticidi ma ad azione meccanica sugli afidi, capaci cioè di bloccare sulla foglia, attraverso l’irrorazione dei polisaccaridi (zuccheri complessi) ad azione fisica incollante, gli afidi immobilizzandoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento