Il Comune si fa carico dei maggiori costi per la refezione scolastica dovuti all'Istat

Sarà il Comune di Rimini a farsi carico dei maggiori costi per la refezione scolastica dei ragazzi che frequentano le scuole per l’infanzia statali

Sarà il Comune di Rimini a farsi carico dei maggiori costi per la refezione scolastica dei ragazzi che frequentano le scuole per l’infanzia statali. Un aumento dovuto, come previsto dal contratto di servizio aggiudicato alla ditta Gemeaz Elior spa, all’incremento dell’inflazione Istat su base annua (luglio 2012 – luglio 2013) che ha rilevato un aumento dei prezzi al consumo del + 1,2%. Con questa scelta, formalizzata con atto dirigenziale, tale aumento non ricadrà però sulle famiglie, che vedranno invariati i costi dei pasti per i propri bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento