rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Santarcangelo di Romagna

Il Consiglio Comunale di Santarcangelo ricorda Cristina Garattoni

A 20 anni dalla prematura scomparsa del sindaco, la città clementina dedica una serata all'amministratrice

Era il 9 luglio 1996 quando Maria Cristina Garattoni moriva prematuramente a soli 43 anni. Sindaco di Santarcangelo dal 1988 al 1995, è ricordata con stima e affetto dai tanti che l’hanno conosciuta personalmente o nel corso della sua attività politica e amministrativa. Nella sala consiliare del Municipio a lei intitolata – martedì 26 luglio alle ore 20,30 – il Consiglio comunale la ricorderà a pochi giorni dal ventesimo anniversario della sua scomparsa: un momento di raccoglimento al quale il sindaco, la Giunta e i consiglieri comunali invitano tutta la cittadinanza a partecipare.

Nata a San Justo, in Argentina, il primo novembre del 1952. Dopo una breve esperienza come insegnante nella scuola elementare di Stradone diventa responsabile dei Servizi Scolastici del Comune di Santarcangelo, incarico che lascia nel 1984 per svolgere l'attività di cronista del quotidiano l'Unità. Nel 1985 è eletta nel Consiglio comunale di Santarcangelo e diventa assessore alla Cultura e al Personale finché, il 21 novembre 1988, viene eletta sindaco della città. Fino al 1994, in qualità di Sindaco, assume anche la Presidenza del Consorzio Festival Internazionale del Teatro in Piazza. Nel gennaio '96 è nominata Presidente del Consiglio Provinciale di Rimini. Iscritta al PCI dal '78, dal 1979 riveste vari incarichi politici: segretaria della Sezione Gramsci, membro del Comitato e della Segreteria Comunale, dove rimane fino alla "svolta"; aderisce quindi al PDS entrando a far parte dell'Unione Comunale e del Comitato Federale del partito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio Comunale di Santarcangelo ricorda Cristina Garattoni

RiminiToday è in caricamento