Il Corpo Forestale sequestra 14 chili di funghi porcini venduti abusivamente

I prelibati frutti del bosco venivano venduti su una strada nel comune di San Giovanni in Marignano da un uomo a bordo di un furgoncino senza alcun tipo di autorizzazione. Per il trasgressore è scattata una sanzione amministrativa da 1000 euro

Non erano certamente freschissimi e, con molta probabilità, neppure raccolti tra i boschi italiani i 14 chili di funghi porcini sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato a un venditore abusivo che si era piazzato, col proprio furgoncino, nei pressi del casello dell'A14 di Cattolica. L'uomo, originario di Casoria, è stato controllato dal personale della Forestale nella giornata di giovedì e, tra altri prodotti tipici del sud, spiccava un'intera cassetta dei prelibati frutti autunnali del bosco. Il proprietario del furgoncino, in possesso di una licenza per ambulante rilasciata dal Comune di Casoria, è stato molto vago sulla provenienza dei funghi che sono stati messi sotto sequestro e, venerdì mattina, distrutti dalla Forestale in collaborazione con gli Ispettori Micologi dell’A.U.S.L. di Rimini. Al trasgressore, risultato privo di qualsiasi forma di autorizzazione alla vendita, sono state elevate sanzioni amministrative per circa 1000 euro. 

Questo sequestro segue quello effettuato dal personale della Forestale di Rimini nei primi giorni del mese di ottobre, in due attività commerciali, riscontrando la vendita senza le prescritte autorizzazioni. In questo periodo si sono intensificati i controlli sulla vendita e la commercializzazione di funghi freschi epigei al fine di prevenire anche eventuali avvelenamenti risultati numerosi nel 2012. "E' fondamentale che i cittadini facciano molta attenzione nell’acquistare funghi - ha sottolineato il comandate provinciale del Corpo Forestale, Aldo Terzi - verificando che il venditore sia in possesso del certificato micologico e che del prodotto sia chiaramente descritta la provenienza. Vista la potenziale pericolosità di questo alimento abbiamo intensificato i controlli sia nella fase di raccolta che in quella di commercializzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento